cerca CERCA
Giovedì 28 Ottobre 2021
Aggiornato: 00:39
Temi caldi

Trentino, centrodestra unito per suppletive

21 aprile 2019 | 13.31
LETTURA: 3 minuti

A quanto apprende l'Adnkronos, Forza Italia-Lega-Fratelli d'Italia correranno insieme con lo stesso simbolo

alternate text

Nonostante le divisioni interne, il centrodestra continua a presentarsi unito, almeno ci prova. Per le suppletive politiche del Trentino, infatti, in programma lo stesso giorno delle europee (il 26 maggio), apprende l'Adnkronos, Forza Italia, Lega e Fratelli d'Italia correranno insieme con la lo stesso simbolo, che graficamente nel 'cerchio' conterrà i rispettivi loghi storici (il tricolore azzuro, Alberto di Giussano con lo spadone e la Fiamma) e i nomi in primo piano dei leader, Silvio Berlusconi, Matteo Salvini e Giorgia Meloni.

In palio ci sono due collegi uninominali, quello di Trento e valli del Noce e della Valsugana, rimasti vacanti dopo le dimissioni dei due esponenti leghisti, Maurizio Fugatti e Giulia Zanotelli, diventati l'uno presidente della Provincia autonoma di Trento e l'altro assessore della giunta. I candidati, entrambi del Carroccio, secondo le ultimi indiscrezioni, sarebbero Martina Loss (Trento) e Mauro Sutto (Pergine-Val Sugana): i loro nominativi con tanto di emblema saranno depositati tra oggi e domani presso la cancelleria della Corte d'Appello.

"A differenza delle ultime politiche del 4 marzo, la novità -spiegano fonti azzurre- è che nella stessa scheda elettorale ci saranno i tre loghi di Fi Lega e Fdi: si tratta di un escamotage tecnico che consente alla coalizione di sostenere compatta i due candidate a queste suppletive''. Non è la prima volta, quest'anno, che si andrà a votare per le suppletive: le ultime si sono tenute per il seggio di Cagliari lasciato libero dai Cinque stelle, vinte dal centrosinistra con il giornalista sardo Andrea Frailis.

Il centrodestra, raccontano, è fiducioso per il Trentino, perché confida che, in concomitanza con il voto delle europee, l'astensionismo possa avere un effetto limitato e quindi crescerebbero le chance di vittoria per la coalizione unita.

''La differenza tra il Trentino Alto Adige e la Sardegna -assicura l'azzurra Michaela Biancofiore, coordinatrice regionale di Fi- è che le elezioni in Sardegna hanno visto favorita la sinistra a causa di un altissimo astensionismo, le suppletive qui, invece, si svolgeranno lo stesso giorno delle europee con un effetto virtuoso che porterà di nuovo entrambi i collegi in dote al centrodestra più che mai unito nei tre simboli storici federati''.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza