cerca CERCA
Martedì 18 Gennaio 2022
Aggiornato: 08:43
Temi caldi

Tria sbotta con Brunetta

07 febbraio 2019 | 15.59
LETTURA: 2 minuti

alternate text
(Fotogramma) - FOTOGRAMMA

"Ma stai zitto per la miseria!". Innervosito dalle continue interruzioni dell'opposizione, alla fine il ministro Giovanni Tria ha perso il self control ed è sbottato, rispondendo piccato a Renato Brunetta che aveva contestato il suo ottimismo sulla ripresa economica, a dispetto delle stime negative sul Pil rese note oggi dalla commissione Ue.

Fi e Pd hanno rumoreggiato diverse volte in aula alla Camera, dove il ministro dell'Economia si era presentato per riferire ai deputati le valutazioni del Mef sull'andamento dell'economia. Critiche salite di decibel, quando Tria ha difeso la determinazione del governo nel portare a termine le grandi infrastrutture. "Ma quali infrastrutture e investimenti - ha urlato la capogruppo di Fi, Mariastella Gelmini - se avete detto no alla Tav".

Ma è stato il siparietto con Brunetta a scaldare gli animi, al punto che il presidente Roberto Fico ha dovuto fare l'arbitro, richiamando Brunetta più volte e ammonendo anche il titolare del Mef. "Ministro - ha detto Fico - lei non può dire a nessun deputato di stare zitto, se un deputato la interrompe ci penso io. Quello è un compito che spetta a me". Un richiamo raccolto subito da Tria: "Chiedo volentieri scusa al deputato". Scuse giudicate insufficienti, perché il Pd ha continuato a lamentarsi, chiedendo che Tria si scusasse anche con i deputati Dem. Atteso che gli animi si calmassero, Fico ha poi fatto riprendere la seduta.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza