cerca CERCA
Domenica 14 Agosto 2022
Aggiornato: 15:16
Temi caldi

Cannes: 17 minuti di applausi per 'Youth' di Sorrentino

20 maggio 2015 | 21.25
LETTURA: 3 minuti

La pellicola accolta calorosamente alla proiezione ufficiale, seguita alla preview per la stampa di questa mattina che aveva registrato molti 'Bravo', ma anche qualche 'buu'. Il film è uscito oggi nelle sale italiane con oltre 500 copie distribuite da Medusa

alternate text
Paolo Sorrentino (foto Infophoto)

Un trionfo per 'Youth - La giovinezza' al Festival di Cannes. Il film di Paolo Sorrentino è stato accolto con diciassette minuti di applausi dal pubblico della proiezione ufficiale, che riserva un'accoglienza tradizionalmente più benevola rispetto a quella di giornalisti e critici, che questa mattina hanno accolto la pellicola di Sorrentino con un forte applauso, molti 'Bravo', ma anche qualche 'buu'.

'Youth - La giovinezza', in gara per la Palma d’Oro, è oggi nelle sale italiane, contemporaneamente alla proiezione a Cannes, con oltre 500 copie distribuito da Medusa. Il film è dedicato a Francesco Rosi "per due motivi -ha detto Sorrentino- Il primo perché Rosi è stato un grande punto di riferimento per molti registi italiani e non solo, penso ad esempio a Martin Scorsese. L’altro, perché qualche tempo fa andai a una cena e Rosi iniziò a parlare con un amico, ricordando una ragazza con cui in passato entrambi ebbero una relazione: da lì è partita l’ispirazione per il mio film".

La pellicola è girata nello stesso albergo in cui Thomas Mann aveva scritto 'La montagna incantata' "ma non c’è nessun riferimento né a lui né all’opera", si è affrettato a precisare il regista. Fred e Mick (Michael Caine e Hervey Keitel), entrambi vicini agli 80 anni, trascorrono in questo Hotel di lusso le loro giornate. Il primo è un compositore e direttore d’orchestra che si è ritirato, il secondo un regista ancora in attività: Fred potrebbe però tornare sulle scene, invitato dalla Regina Elisabetta che lo vorrebbe in concerto a Buckingham Palace, mentre Mick sta finendo di scrivere quello che pensa sarà il suo 'film testamento'. Tra saune, bagni turchi, palestre e massaggi al centro benessere dell’albergo immerso nelle montagne, si riflette e si consuma il passare del tempo, tema chiave del film di Sorrentino.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza