cerca CERCA
Martedì 11 Maggio 2021
Aggiornato: 01:14
Temi caldi

Trump contro Oms e tutti contro Trump

15 aprile 2020 | 16.02
LETTURA: 3 minuti

Da Bill Gates al Lancet, in molti attaccano il presidente Usa per la decisione di tagliare i fondi all'Organizzazione mondiale della Sanità

alternate text
(Foto Afp)

Mosca lo accusa di egoismo, Bill Gates parla di decisione pericolosa mentre per il Lancet si tratta di crimine contro l'umanità. Sono in molti a criticare la scelta del presidente Usa Donald Trump di sospendere i fondi all'Organizzazione mondiale della Sanità che avrebbe "portato avanti la disinformazione della Cina riguardo al coronavirus".

ONU- Ora "non è il momento" di ridurre le risorse per l'Organizzazione mondiale per la Sanità, commenta il segretario generale dell'Onu, Antonio Guterres per il quale ci troviamo a fronteggiare una crisi, quella del coronavirus, "senza precedenti che richiede una risposta senza precedenti".

RUSSIA - "L'annuncio di Washington sulla sospensione dei finanziamenti all'Organizzazione mondiale della sanità è molto allarmante". Si è espresso così il vice ministro degli Esteri russo, Sergei Ryabkov, aggiungendo: "E' una manifestazione di un approccio piuttosto egoistico delle autorità americane davanti a ciò che sta accadendo a livello globale a causa della pandemia".

CINA - "Forte preoccupazione" arriva da Pechino. La Repubblica Popolare - tramite il portavoce del ministero degli Esteri, Zhao Lijian - 'richiama' gli Stati Uniti alle loro "responsabilità". "La decisione degli Usa intaccherà la capacità di azione dell'Oms di fronte alla pandemia", ha detto Zhao definendo l'Oms come un'organizzazione "insostituibile" e ha rivendicato come la Cina abbia destinato all'Oms 20 milioni di dollari per la battaglia contro il coronavirus. La decisione degli Stati Uniti indebolirà gli "sforzi coordinati" nella battaglia contro la Covid-19, ha detto, mettendo in guardia dalle ripercussioni sui Paesi meno sviluppati.

Bill Gates: "Taglio fondi a Oms? Decisione pericolosa"

UE - "Profondo rammarico per la decisione degli Stati Uniti di sospendere i finanziamenti all'Oms. Non c'è alcuna ragione che giustifichi questo passo in un momento in cui i loro sforzi sono necessari più che mai per contenere e mitigare la pandemia di coronavirus". Così l'Alto rappresentante Ue per la politica estera, Josep Borrell.

Cdc: "Oms per noi è ancora grande partner"

GB - Il Regno Unito "non ha in programma" di sospendere i fondi all'Organizzazione mondiale della Sanità, che ha un "ruolo importante" nel mezzo dell'emergenza coronavirus. E' quanto si dichiara a Downing Street, come riporta l'Independent. Il Regno Unito è il secondo Paese dopo gli Stati Uniti per contributi all'Oms. Il portavoce di Boris Johnson non ha voluto commentare direttamente le dichiarazioni di Trump, ma ha sottolineato come sia "cruciale" che i Paesi collaborino nella gestione della crisi.

Lancet: "Decisione su Oms è crimine contro umanità"

IRAN - "Il mondo sta imparando quello che l'Iran conosce e vive da sempre: il bullismo, le minacce ed il blaterare vanaglorioso del regime americano non sono solo una dipendenza: uccidono le persone. Al pari della 'massima pressione' contro l'Iran, il vergognoso taglio di fondi all'Oms durante una pandemia vivrà nell'infamia". Lo ha dichiarato su Twitter il ministro degli Esteri iraniano, Mohammad Javad Zarif.

Dg Oms replica a Trump: "Salvare vite nostra unica preoccupazione"

UNIONE AFRICANA - "La decisione del governo degli Stati Uniti di sospendere i fondi all'Organizzazione mondiale della sanità è assolutamente deplorevole". Così in un tweet il presidente della Commissione dell'Unione Africa, il ciadiano Moussa Faki Mahamat aggiungendo: "Oggi più che mai il mondo dipende dalla guida dell'Oms per condurre la risposta globale alla pandemia di Covid-19. Non è mai stata una necessità più urgente la nostra responsabilità collettiva a garantire che l'Oms possa adempiere pienamente al proprio mandato".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza