cerca CERCA
Domenica 24 Ottobre 2021
Aggiornato: 09:18
Temi caldi

Trump in guerra con lo chef Andres per offese agli ispanici

08 ottobre 2015 | 12.40
LETTURA: 2 minuti

alternate text
Donald Trump - INFOPHOTO

Non si è lasciato intimidire da Donald Trump il famoso chef spagnolo Jose Andres, nome della cucina internazionale chiamato dal candidato GOP ad aprire un ristorante di prestigio all'interno del complesso alberghiero di lusso che Trump si propone di ricavare dall'Old Post Office Pavilion a Washington. Andres, nato in Spagna e recentemente diventato cittadino americano, è venuto meno al suo accordo con il miliardario immobiliarista dopo le offese razziste di quest'ultimo sugli immigrati ispanici. Trump gli ha immediatamente fatto causa per 10 milioni di dollari denunciandolo per violazione del contratto.

Ma il cuoco spagnolo e la sua società, la ThinkFoodGroup, hanno a loro volta scelto di adire le vie legali sostenendo che in realtà proprio Trump, con i suoi commenti, ha iniziato a violare l'accordo intercorso e quindi non può che biasimare se stesso. E in effetti quando ha deciso di rinunciare, la 'celebrity star' della cucina internazionale ha spiegato che i commenti fatti da Trump rendono impossibile l'apertura di un ristorante ispanico di lusso.

"La percezione che i commenti di Trump fossero anti-ispanici ha reso molto difficile reclutare lo staff più adatto a lavorare in un ristorante ispanico, attrarre il giusto numero di patrocinatori spagnoli e trovare i capitali per quello che ora si presenta come un ristorante spagnolo ad alto rischio". La controrichiesta in termini economici a Trump è di oltre 8 milioni di danni.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza