cerca CERCA
Lunedì 29 Novembre 2021
Aggiornato: 11:46
Temi caldi

Tumori: Goirc su ricerca clinica, procedure omogenee e piu' snelle

14 febbraio 2014 | 12.15
LETTURA: 3 minuti

Firenze, 14 feb. (Adnkronos Salute) - "Le decisioni prese a livello del singolo comitato etico devono essere trasferibili e omogenee su tutto il territorio nazionale: solo così potremo applicare velocemente in più centri i protocolli di ricerca sul cancro. Lanciamo un appello ai legislatori per snellire queste procedure, preservando ovviamente gli aspetti morali, altrimenti non reggeremo più la concorrenza degli altri paesi, perdendo anche ingenti finanziamenti comunitari". Questa una delle richieste avanzate dal Gruppo oncologico italiano di ricerca clinica (Goirc), in un convegno che si svolge oggi a Firenze, che lamenta differenze nei protocolli sul territorio nazionale e domanda una nuova legislazione con procedure più snelle e parificate.

Per questo, sottolinea Francesco Di Costanzo, direttore dell’Oncologia medica del Careggi di Firenze e membro del direttivo nazionale Goirc, l'importanza di "collaborare in rete per permettere di coagulare i ricercatori, diminuendo anche il carico di lavoro e lo spreco di risorse. Da noi - aggiunge i team di ricerca oncologica sono stati lasciati in uno stato di abbandono quasi totale: senza mezzi e praticamente scollegati dalle strutture sanitarie, verso cui andrebbero trasferite le innovazioni prodotte. Serve un deciso cambio di passo".

"Dobbiamo far capire all’opinione pubblica e alle istituzioni - sostiene Rodolfo Passalacqua, presidente Goirc - che la ricerca indipendente garantisce risparmi e sostenibilità a tutto il sistema". E trovare fondi, spiega Passalacqua, è sempre più difficile: "A livello europeo possiamo contare ancora su numerosi bandi di finanziamento, che però raramente vengono assegnanti all’Italia. E non dobbiamo stupirci: al giorno d’oggi solo chi sviluppa progetti di ampio respiro riesce a essere competitivo, accede alle sovvenzioni e raggiunge risultati concreti". Il titolo del meeting annuale 2014 del Goirc è 'La ricerca oncologica per il paziente con il paziente', a conferma del ruolo centrale che i malati rivestono negli studi clinici, spiegano gli oncologi.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza