cerca CERCA
Mercoledì 20 Ottobre 2021
Aggiornato: 04:45
Temi caldi

Turchia: Corte costituzionale annulla in parte riforma della giustizia

11 aprile 2014 | 11.16
LETTURA: 2 minuti

(Aki) - La Corte costituzionale turca ha in parte annullato la controversa riforma della giustizia varata a febbraio dal governo. Lo ha annunciato questa mattina la stessa Corte, spiegando che la legge che riforma in particolare il Consiglio supremo dei giudici e dei procuratori (Hsyk), organo di autogoverno della magistratura, e' stata annullata nelle parti in cui attribuisce ampi poteri al ministro della Giustizia nelle decisioni relative all'organo.

I giudici costituzionali si sono pronunciati in seguito a un ricorso del principale partito di opposizione, il Partito repubblicano popolare (Chp), secondo il quale la legge pone l'Hsyk sotto il controllo del governo, di fatto privando di autonomia la magistratura. Per l'opposizione, la legge e' stata adottata dal governo in risposta all'inchiesta in materia di corruzione lanciata a dicembre, che ha coinvolto molte personalita' vicine al premier Recep Tayyip Erdogan.

Subito dopo l'entrata in vigore della legge, il ministro della Giustizia, Sadullah Ergin, ha immediatamente approfittato dei suoi nuovi poteri, destituendo il capo della commissione degli ispettori dell'Hsyk e tutti i membri dello stesso organo, nominandone di nuovi. Nei giorni successivi sono seguite altre sostituzioni. Lo stesso presidente della Repubblica, Abdullah Gul, aveva ratificato la legge esprimendo alcune riserve, oltre alla certezza che la Corte costituzionale ne avrebbe respinto alcune parti.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza