cerca CERCA
Lunedì 16 Maggio 2022
Aggiornato: 11:42
Temi caldi

Turchia: domenica al voto, in gioco il futuro politico di Erdogan (3)

28 marzo 2014 | 14.22
LETTURA: 2 minuti

(Aki) - In ogni comizio, ha pronunciato discorsi infuocati contro l'opposizione, contro i 'nemici esterni' come Gulen, contro il Web e i social network, presentati come mali da "estirpare". Tanto si e' prodigato per questa campagna, da presentarsi ieri su un palco con un filo di voce che ha fatto ridere di lui molta stampa avversa e da costringerlo oggi ad annullare tutti gli appuntamenti elettorali, perche' completamente afono. Per Erdogan si tratta forse della partita della vita. In gioco non ci sono solo le poltrone da sindaco, ma anche la possibilita' di vincere le elezioni presidenziali di agosto.

E' la prima volta che i cittadini sono chiamati a votare direttamente per il capo dello stato ed e' risaputo che Erdogan mira a quella poltrona, pur non essendo riuscito a far passare una riforma che avrebbe fatto della Turchia una repubblica presidenziale. Se i risultati delle amministrative saranno deludenti, e' probabile che il candidato dell'Akp non sara' lui, ma il presidente in carica, Abdullah Gul, che non ha perso occasione negli ultmi mesi per prendere le distanze dalle politiche di Erdogan.

E' prevedibile quindi che la tensione politica non calera' dopo il voto e che il clima da campagna elettorale al vetriolo permanga fino alle presidenziali, se non fino alle politiche del prossimo anno. Ed e' altrettanto prevedibile che i temi internazionali ed europei continuino a restare fuori dalla campagna, tutta giocata sullo scontro interno e sui valori del nazionalismo e dell'Islam. Poco importa, al momento, che il processo di adesione all'Ue sia di nuovo accantonato o che l'immagine internazionale di Erdogan come eroe di un connubio possibile tra Islam e democrazia sia ormai del tutto offuscata.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza