cerca CERCA
Mercoledì 19 Gennaio 2022
Aggiornato: 18:57
Temi caldi

Turchia: Erdogan su caso Twitter, inaccettabile uso illegale tecnologia

25 marzo 2014 | 16.16
LETTURA: 2 minuti

Ankara, 25 mar. - (Adnkronos/Aki) - "Non siamo contrari all'utilizzo della tecnologia avanzata, ma e' inaccettabile un suo uso illegale". Lo ha affermato il primo ministro turco, Recep Tayyip Erdogan, tornando sul 'caso Twitter', scoppiato in Turchia dopo il blocco imposto la scorsa settimana al noto sito di microblogging. Intervenendo a un comizio elettorale del suo partito Akp nella citta' settentrionale di Kastamonu, Erodagn, citato dal sito d'informazione 'Turkish press', ha quindi ribadito che Twitter e' stato bloccato perche' "non ha rispettato" le decisioni del tribunale.

Sabato scorso l'ufficio di Erdogan ha chiarito che la messa al bando di Twitter e' dovuta al fatto che la piattaforma di microblogging e' stata "faziosa" e non ha impedito "la sistematica diffamazione" del governo. "Twitter e' stato usato come strumento per una sistematica diffamazione (del governo, ndr), facendo circolare intercettazioni telefoniche acquisite illegalmente e falsificate", e' precisato in una nota diffusa dall'ufficio del premier. Nelle ultime settimane hanno avuto grande eco sui social network in Turchia alcune intercettazioni di telefonate compromettenti di Erdogan. In una delle telefonate lo si sente intimare al figlio di nascondere una grossa somma di denaro contante.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza