cerca CERCA
Domenica 23 Gennaio 2022
Aggiornato: 02:33
Temi caldi

Turchia: gendarmi usano lacrimogeni e idranti contro manifestanti nell'est

04 giugno 2014 | 12.50
LETTURA: 2 minuti

alternate text

(Aki) - La gendarmeria turca ha usato lacrimogeni e cannoni ad acqua per disperdere un gruppo di manifestanti nella provincia orientale di Bingol, scesi in piazza per protestare contro la costruzione di una nuova caserma e di una diga idroelettrica. I manifestanti, tra i quali alcuni membri del Movimento dei Giovani rivoluzionari patriottici (Ydg-H), gruppo legato ai militanti curdi del Pkk, occupavano da due giorni la strada tra il distretto di Karliova e quello di Varto, nella vicina provincia di Mus. Come riferisce l'agenzia Dogan, alcuni dei presenti hanno risposto con il lancio di sassi all'intervento dei gendarmi.

Lo scorso anno nel distretto di Lice, nella provincia sud-orientale di Diyarbakir, si sono svolte manifestazioni analoghe contro la costruzione di un'altra caserma della gendarmeria. Un manifestante fu ucciso dai colpi sparati dai militari. La comunita' curda e il principale partito politico che la rappresenta, il Partito della Pace e della Democrazia (Bdp), sono contrari al piano del governo per la costruzione di nuove caserme nel sud-est, che a loro giudizio nasconde la volonta' di militarizzare la zona.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza