cerca CERCA
Venerdì 21 Gennaio 2022
Aggiornato: 16:12
Temi caldi

Turchia: 'ragazza in rosso' di Gezi Park denuncia premier Erdogan

25 giugno 2014 | 17.25
LETTURA: 2 minuti

alternate text

(Aki) - Ceyda Sungur, una studentessa turca diventata famosa in tutto il mondo per un celebre scatto che la ritrae in abito rosso mentre un agente le spara addosso, da una breve distanza, gas lacrimogeno durante le proteste di Parco Gezi della scorsa estate, ha presentato una denuncia contro il premier Recep Tayyip Erdogan, contro l'allora ministro degli Interni, Muammer Guler, e contro il governatore di Istanbul, Huseyin Avni Mutlu. L'accusa che la 'ragazza in rosso' rivolge ai tre e' di aver autorizzato un uso talmente massiccio di lacrimogeni durante le proteste antigovernative del 2013, da poter configurare un'ipotesi di impiego di armi chimiche.

La denuncia e' stata formulata dall'avvocato della giovane, Ilkay Bahcetepe, durante l'udienza del processo a carico di Fatih Zengin, l'agente ritratto nella foto con la Sungur, che rischia tre anni di carcere per aver usato i lacrimogeni in modo improprio, sparandoli contro i manifestanti pacifici a una distanza troppo breve.

L'avvocato ha chiesto ai giudici di Istanbul di disporre test clinici sulla sua assistita, per verificare eventuali effetti nocivi dell'uso della sostanza chimica. Il legale ha fatto riferimento al caso di un manifestante di Mersin, morto di cancro 10 mesi dopo essere stato attaccato con i lacrimogeni da una distanza troppo breve.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza