cerca CERCA
Martedì 03 Agosto 2021
Aggiornato: 15:46
Temi caldi

Turchia: scrittore Sonmez, Erdogan come Franco ma oggi piu' debole che mai

03 giugno 2014 | 12.47
LETTURA: 2 minuti

alternate text

(Aki) - Nella Turchia del dopo-Gezi Park, il premier Recep Tayyip Erdogan "si comporta come Franco faceva in Spagna", ma l'ondata di proteste di un anno fa ha cambiato la gente "fin nella sua psiche e nel suo stato d'animo" e questo costringe il premier a mettersi "sulla difensiva in tutti i campi". E' l'analisi di Burhan Sonmez, scrittore e attivista politico turco, tra i protagonisti della protesta partita lo scorso anno da Istanbul e propagatasi rapidamente in tutto il paese.

"Erdogan - dice in un'intervista ad Aki-Adnkronos International - ha dominato l'agenda politica per gli ultmi 12 anni, ha goduto di un'egemonia ideologica sulla societa'. Ma ora, grazie al Movimento Gezi, non e' piu' cosi'. Anche se il partito di Erdogan continua ad avere la maggioranza alle elezioni, e' costretto a mettersi sulla difensiva in tutti i campi. Se fino a un anno fa meta' della popolazione credeva di non avere piu' speranze, oggi ha recuperato ottimismo e forza, ha imparato ad agire collettivamente. Oggi Erdogan sa di avere contro meta' della popolazione".

Nell'anno appena trascorso il governo turco, finora osannato dalla comunita' internazionale, ha mostrato il suo lato oscuro, con una dura campagna di repressione nei confronti degli oppositori, con un maxi scandalo in materia di corruzione e con una vera e propria 'purga' all'interno di magistratura e polizia. Ma questo non ha impedito al partito Akp di Erdogan di sfiorare il 46% dei consensi alle elezioni amministrative di marzo. (segue)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza