cerca CERCA
Mercoledì 05 Maggio 2021
Aggiornato: 09:27
Temi caldi

Turismo, allarme Onu: crollo del 70%, 110 milioni di posti di lavoro a rischio

28 maggio 2020 | 18.33
LETTURA: 1 minuti

Secondo l'UN World Tourism Organisation quello internazionale mai così male dagli anni Cinquanta

alternate text
(Fotogramma)

Per il turismo internazionale è previsto quest'anno un crollo del 70%, il calo più marcato dagli anni '50 del secolo scorso. Sono le stime tracciate dall'UN World Tourism Organisation (Unwto), l'agenzia Onu per il turismo. In questo quadro, avverte il capo dell'agenzia Zurab Pololikashvili in un'intervista al quotidiano finanziario tedesco Handelsblatt, sono a rischio 110 milioni di posti di lavoro a livello globale.

Il calcolo si basa sul presupposto che i Paesi riaprano i propri confini ai visitatori stranieri a partire da agosto. In Europa, il principale mercato turistico mondiale, molti Paesi stanno già iniziando ad allentare le restrizioni ai confini. Ma in Sudamerica, altro importante mercato turistico internazionale, la diffusione del coronavirus è in crescita, soprattutto in Paesi come il Brasile, e non è chiaro quando i collegamenti internazionali potranno tornare alla normalità.

"Vedremo molti viaggiatori rimanere nei propri Paesi quest'estate - afferma Pololikashvili - se non altro perché le compagnie aeree saranno in grado di tornare alla piena operatività alla fine di luglio e all'inizio di agosto".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza