cerca CERCA
Lunedì 23 Maggio 2022
Aggiornato: 19:58
Temi caldi

Tv: lite Pupo-D'Urso, la conduttrice perde causa in tribunale

14 maggio 2014 | 15.22
LETTURA: 3 minuti

Pupo ha sconfitto in tribunale Barbara D'Urso in una delle cause più curiose del mondo dello spettacolo italiano. La sentenza è della prima sezione civile del tribunale di Roma, il giudice è Silvia Albano. La causa civile tra D'Urso Maria Carmela detta Barbara e Ghinazzi Enzo detto Pupo, è destinata a fare giurisprudenza. Come è noto, la D'Urso aveva chiesto a Pupo il risarcimento danni per diffamazione perché lamentava l'offesa di alcune dichiarazioni rilasciate dallo showman nel corso di un'intervista in diretta telefonica a Sky Sport 24 il 22 agosto 2010. Il contesto era il fatto che una sua canzone ''La storia di noi due'' era stata usata come sottofondo di un divertente spot televisivo di Sky di grande successo, con alcuni giocatori, tra cui Cassano e Vucinic, che apparivano prima in forma e poi imbruttiti e ingrassati.

Nell'intervista a Sky, Pupo aveva dichiarato, tra il serio e il faceto, che quel brano lo aveva scritto nel 1981 e lo aveva dedicato ''ad una grande donna di Mediaset che fa la conduttrice e con cui ho avuto un flirt: Barbara D'Urso. Io l'ho scritta, parole e musica, per lei, è stato un momento in cui le ho dedicato questa canzone e questa è la prima volta che lo dico, ma è così. Quando l'ho scritta Barbara era come Cassano vero, ora è Cassano finto''.

Ascoltando quelle dichiarazioni la D'Urso era andata su tutte le furie, aveva lamentato che l'intervista aveva dato luogo a diversi articoli di gossip ed aveva danneggiato gravemente la propria reputazione e riservatezza. Inoltre, in un'altra intervista, Pupo, accusato di ineleganza per aver parlato della vecchia storia d'amore, si era difeso osservando che ''da noi in campagna è più inelegante mettersi sul trespolo a sparare giudizi snob e spocchiosi senza informarsi piuttosto che rischiare di essere fraintesi''. E aveva velonosamente preannunciato che forse fra 30 anni ''io, abbastanza vecchietto, ma anche la D'Urso, come un Cassano e un Vucinic finti, racconteremo il nostro dolcissimo flirt e le perfette regole degli amanti''. Peggio che andar di notte: la D'Urso si era infuriata ancora di più, aveva parlato di dichiarazioni gravemente offensive del suo onore e decoro e aveva chiesto a Pupo 50.000 euro di risarcimento. (segue)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza