cerca CERCA
Giovedì 08 Dicembre 2022
Aggiornato: 14:21
Temi caldi

Twitter, Elon Musk: "Non sono sicuro di poter comprare il social"

14 aprile 2022 | 13.37
LETTURA: 2 minuti

Il patron di Tesla e Space X ha lanciato un'offerta pubblica di acquisto ostile da 43 miliardi di dollari

alternate text
Afp

"Tecnicamente potrei permettermelo", ma "penso che sarà un po' doloroso e non sono sicuro che sarò effettivamente in grado di acquistare" Twitter. Elon Musk, dopo aver lanciato un'offerta pubblica di acquisto ostile da 43 miliardi di dollari per il social network, intervenendo alla conferenza Ted2022, ha delineato il suo piano, ma ha anche ammesso di non essere sicuro di poter comprare la piattaforma.

Leggi anche

Musk è l'uomo più ricco del mondo, valutato 259 miliardi di dollari dal Bloomberg Billionaires Index, ma alcuni analisti si sono chiesti se avesse abbastanza liquidità per acquistare Twitter, visto che gran parte della sua ricchezza è legata alle sue aziende. L'eccentrico miliardario, che ha iniziato ad acquistare azioni di Twitter alla fine di gennaio, in una lettera al presidente di Twitter Bret Taylor, ha affermato di ritenere che la società abbia il "potenziale per essere la piattaforma per la libertà di parola in tutto il mondo" ma che "la società non prospererà né servirà questo imperativo sociale nella sua forma attuale" e per questo "deve essere trasformata in una società privata".

Il patron di Tesla e Space X ha anche detto che avrebbe dovuto riconsiderare la sua posizione su Twitter se il suo accordo non fosse stato accettato. "Questa non è una minaccia, semplicemente non è un buon investimento senza le modifiche che devono essere apportate", ha affermato, secondo il deposito.

Musk dal suo account Twitter ha poi lanciato un sondaggio: "Privatizzare Twitter a 54,20 dollari ad azione dovrebbe essere una decisione degli azionisti, non del consiglio di amministrazione. Sì o no?". Al momento hanno votato oltre 610mila utenti e il sì è all'84,4%.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza