cerca CERCA
Domenica 26 Giugno 2022
Aggiornato: 12:53
Temi caldi

Ucraina, Kiev: "Nato non fa nulla di fronte ad aggressione Russia"

25 maggio 2022 | 20.41
LETTURA: 2 minuti

Kuleba: "Non abbiamo precondizioni per ripresa negoziati". E loda Ue per aver preso decisioni "rivoluzionarie" a sostegno di Kiev

alternate text
(Foto Afp)

La Russia non fa nulla di fronte all'aggressione della Russia nei confronti dell'Ucraina. L'accusa arriva dal capo della diplomazia ucraina, Dmytro Kuleba. "Vediamo la Nato come un'alleanza, come un'istituzione messa da parte e che non fa assolutamente nulla", ha affermato Kuleba al World Economic Forum di Davos, lodando al contrario l'Unione europea per aver preso decisioni "rivoluzionarie" a sostegno di Kiev.

Leggi anche

Quanto ai negoziati con la Russia, "non abbiamo precondizioni per una ripresa. Emozionalmente è doloroso sedersi al tavolo con loro dopo le atrocità commesse dalle truppe russe in Ucraina ma siamo pronti a controllare le nostre emozioni se questo significa ristaurare la pace e la nostra integrità territoriale. Il problema che la Russia non sta mandando alcun messaggio di volersi davvero sedere al tavolo e parlare in buona fede".

Replicando all'ex segretario di Stato americano, Henry Kissinger, che ha suggerito a Kiev di cedere alcuni territori per tornare alla pace., Kuleba ha inoltre fatto sapere che l'Ucraina non cederà alcun suo territorio alla Russia. "Rispetto Henry Kissinger, ma apprezzo il fatto che non ricopra alcuna posizione ufficiale nell'Amministrazione statunitense. Ha la sua opinione, ma non siamo assolutamente d'accordo con essa", ha affermato.

"Non è qualcosa che faremo", ha aggiunto il ministro, sottolineando che la politica di dialogo seguita da Kiev nei confronti della Russia "non ha mai funzionato e alla fine ci ha portato tutti alla più grande guerra in Europa dalla seconda guerra mondiale. Se ha fallito una volta, fallirà due volte".

Poi la richiesta agli Stati Uniti di dare al più presto a Kiev sistemi lancia razzi multipli (Mlrs), dando il buon esempio ad altri paesi. "Tutti mi hanno risposto: gli americani ve li hanno già dati?", quindi tocca agli americani dimostrare leadership e "gli altri seguiranno", ha affermato il capo della diplomazia ucraina, citato da Ukrinform.

La situazione della fornitura di armi all'Ucraina è molto migliorata, ha sottolineato Kuleba. Ma gli Mlrs servono il più presto possibile, prima che la difficile situazione sul campo peggiori ulteriormente. Senza queste armi, sostiene, l'esercito ucraino non potrà liberare Kherson. "Ogni giorno che qualcuno sta seduto a Washington, Berlino, Parigi e altre capitali, valutando se fare o meno una cosa, ci costa vite e territorio", ha affermato.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza