cerca CERCA
Martedì 28 Giugno 2022
Aggiornato: 18:14
Temi caldi

Guerra Ucraina-Russia, sindaco di Irpin: "Città liberata da invasori"

28 marzo 2022 | 09.15
LETTURA: 4 minuti

Kiev: "Truppe Russia intorno a capitale in ritirata". Oggi niente corridoi

alternate text
(Foto Afp)

Guerra Ucraina-Russia, "la nostra Irpin è libera dagli invasori di Mosca". Lo ha annunciato in un video pubblicato sui social il sindaco, Oleksandr Markushyn. "Tuttavia - ha aggiunto - sconsiglio ancora ai cittadini di ritornare".

Leggi anche

La Russia avrebbe ritirato parte delle sue forze dalla regione di Kiev a causa delle "significative perdite" subite. Lo ha riferito lo Stato Maggiore ucraino, precisando in un nuovo aggiornamento sui combattimenti in corso che due battaglioni russi si sono ritirati in Bielorussia. Le forze ucraine hanno annunciato, inoltre, che si registra un "evidente calo dell'intensità" con cui le truppe si spostano dalla Russia in Ucraina.

Sono trecento le persone che hanno perso la vita a Kiev e mille quelle rimaste ferite da quando, lo scorso 24 febbraio, è iniziata l'invasione russa dell'Ucraina. Lo ha reso noto il sindaco della capitale ucraina Vitali Klitschko al quotidiano austriaco Die Presse, aggiungendo che circa 300 edifici sono stati distrutti, compresi asili e scuole. ''Più di mille persone sono negli ospedali, inclusi 18 bambini gravemente feriti. Quasi 300 persone sono morte, tra cui molti bambini'', ha detto. Klitschko ha aggiunto che la metà dei residenti ha lasciato la capitale, principalmente bambini, donne e anziani. A portarli al sicuro sono gli uomini, che poi tornano nel Paese, ha spiegato.

In video collegamento con il Consiglio Comunale di Firenze Klitschko ha detto che "negli ultimi giorni circa 70 tonnellate di cadaveri sono state trasferite. Mi sono sempre chiesto perché il conto avvenga sui cadaveri e non sulle persone morte, la risposta è stata molta cruda: perché i cadaveri non sono interi ma pezzi di carne umana. Per questo motivo oggi non contiamo il numero ma il peso dei cadaveri".

"La città di Mariupol dove vivevano un milione di persone non esiste più - ha affermato Klitschko - Il suo sindaco mi ha detto che oltre l'80% degli edifici della città è stato distrutto. Nella città di Kharkiv 1.100 edifici sono stati distrutti, Chernihiv è metà distrutta. Irpin, Hostomel e Borodjanka sono state invece completamente rase al suolo".

I soldati russi hanno usato bombe a grappolo nella regione di Odessa e in quella di Kherson, ha denunciato il procuratore generale di Kiev Iryna Venediktova, affermando di averne le prove.

Non ci saranno corridoi umanitari oggi in Ucraina per "motivi di sicurezza", ha comunicato sul suo canale Telegram la vice premier ucraina, Irina Vereshchuk, secondo cui l'intelligence di Kiev ha messo in guardia da possibili "provocazioni" russe sui percorsi dei corridoi umanitari. "Dato ciò - ha precisato Vereshchuk - oggi per motivi di sicurezza non saranno aperti i corridoi umanitari".

Mariupol è sull'orlo di una "catastrofe umanitaria" e deve essere completamente evacuata, ha affermato il sindaco della città dell'Ucraina meridionale, Vadym Boichenko, precisando che circa 160mila persone sono intrappolate e senza energia elettrica. Secondo il sindaco, ci sono 26 bus in attesa di evacuare i civili, ma le forze russe non hanno accettato di garantire loro un passaggio sicuro.

Migliaia di persone sono state 'sequestrate' a Mariupol e trasferite a forza in Russia. La denuncia arriva dalla parlamentare ucraina Inna Sovsun, citata dalla Bbc. Molti sono riusciti a scappare dalla città sotto assedio, altri - circa 160mila - sono tuttora intrappolati nel centro abitato, e 20mila sarebbero stati portati in Russia contro la loro volontà, ha denunciato. "Sostanzialmente sono stati rapiti dallo stato russo".

Sono 5mila le persone che sono state uccise a Mariupol dai bombardamenti russi. Fra loro vi sono 210 bambini. E' quanto stimano le autorità della città ucraina sotto assedio russo dal primo marzo. Lo riferisce il Kyiv Independent.

"La Russia ha guadagnato la maggior parte del terreno nel sud intorno Mariupol, dove continuano intensi combattimenti mentre tenta di conquistare il porto", ha scritto l'intelligence britannica in un nuovo aggiornamento sulla guerra in Ucraina, sottolineando che nel resto del Paese la situazione non cambia. Evidenziando ancora una volta "le carenze logistiche" dell'esercito russo, l'intelligence sostiene che "nelle ultime 24 ore non ci sono stati cambiamenti significativi nella disposizione delle truppe russe in Ucraina".

Il ministero della Difesa di Kiev in un nuovo report sui combattimenti in corso ha fatto inoltre sapere che le forze ucraine hanno respinto cinque attacchi dell'esercito russo nelle regioni di Donetsk e Luhansk, nell'est del Paese.

Secondo Kiev, l'esercito ucraino continua ad impedire alle truppe russe di prendere il controllo di alcune vie di comunicazione strategiche che portano alla capitale. Negli attacchi respinti nel Donbass, si precisa, sono stati distrutti due tank e un blindato e ci sono state diverse vittime russe. L'Aviazione militare ucraina, inoltre, ha annunciato di aver abbattuto quattro aerei, un elicottero e due droni.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza