cerca CERCA
Martedì 17 Maggio 2022
Aggiornato: 00:28
Temi caldi

Ucraina: Mosca 'annette' anche i 'delfini da guerra' della Crimea

31 marzo 2014 | 13.46
LETTURA: 2 minuti

Dopo la penisola, anche i 'delfini da guerra' della Crimea sono stati 'annessi' alla Russia e, per il momento, ci sono poche possibilità che tornino in Ucraina. Il programma di addestramento nella Cossack Bay di Sebastopoli allena delfini ed altri animali marini per la Marina dal 1965. A questi mammiferi viene insegnato, ad esempio, come riconoscere ostacoli che si trovano sott'acqua oppure combattere, o persino uccidere, sommozzatori nemici. Questi mammiferi, secondo alcuni, sarebbero stati addestrati anche ad attaccare mine sotto le navi nemiche o effettuare attacchi "kamikaze" contro i sottomarrini avversari, utilizzando il loro sonar naturale per distinguerli dai sottomarini sovietici attraverso il rumore del loro motore.

L'unica altra marina ad addestrare delfini, ma anche altri mammiferi, tra cui i leoni marini, è quella degli Stati Uniti, in un impianto a San Diego. Ma, a differenza di quelli sovietici, i delfini americani, almeno ufficialmente, non sono mai stati impiegati per combattere.

Con la fine della Guerra fredda, però, i delfini di Sebastopoli sono diventati un'attrazione turistica ed un centro per il nuoto terapeutico negli anni '90. Dal 2000, a causa delle difficoltà economiche, un addestratore ha deciso di portarne molti in Iran, spiegando che almeno qui sarebbero stati nutriti correttamente. Nel 2012, l'Ucraina ha poi rilanciato il suo programma militare e l'attuale generazione di delfini del centro è in grado di contrassegnare armi perse ed ostacoli con boe di segnalazione.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza