cerca CERCA
Mercoledì 22 Settembre 2021
Aggiornato: 22:48
Temi caldi

Ucraina: nazionalista russo Navalny condanna intervento Mosca in Crimea

12 marzo 2014 | 17.46
LETTURA: 2 minuti

Alexei Navalny condanna senza esitazione l'intervento della Russia in Crimea che, scrive, ''non portera' a nulla di positivo''. L'oppositore a Vladimir Putin non ha mai nascosto le sue posizioni nazionaliste. Ma per pubblicare questo post contro la retorica della 'Rus di Kiev', una lettera scritta a mano inviata ai suoi collaboratori al Fondo anti corruzione che lo hanno poi pubblicato sul blog, non ha esitato a sfidare la condanna agli arresti domiciliari e al bando a Internet fino al prossimo 28 aprile dello scorso febbraio, nel quadro di una delle tante inchieste avviate dalla magistratura russa nei suoi confronti.

Navalny ricorda il Memorandum di Budapest del 1994 con cui la Russia si impegnava, insieme a Stati Uniti e Gran Bretagna, a rispettare l'integrita' territoriale dell'Ucraina. ''E' inaccettabile alterare i confini di stati in Europa attraverso la forza militare. Questo intervento non portera' a nulla di positivo'', ha scritto deplorando la fretta con cui e' stato convocato il referendum domenica e il clima di ''agitazione'' in cui si svolge.

L'Ucraina, suggerisce, dovrebbe concedere alla Crimea una maggiore autonomia, assicurare il proseguimento dell'uso della lingua russa, rimanere fuori dalla Nato e consentire alla Flotta del Mar Nero di rimanere nella Penisola a titolo gratuito.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza