cerca CERCA
Venerdì 24 Giugno 2022
Aggiornato: 12:46
Temi caldi

Ucraina, Mosca vieta ingresso Johnson in Russia

16 aprile 2022 | 07.22
LETTURA: 3 minuti

Russia intensifica attacchi a est in vista offensiva di terra. Sindaco Kiev: "Nuovo attacco, a chi era andato via dico non tornate"

alternate text
(Foto Fotogramma)

Guerra Ucraina, la Russia ha vietato l'ingresso nel paese al primo ministro britannico Boris Johnson e altri membri del suo governo, di fronte alla posizione "ostile" di Londra nei confronti di Mosca. Lo riferisce la Bbc. "Il Regno Unito e i nostri partner internazionali sono uniti nel condannare le azioni riprovevoli del governo russo in Ucraina e nel chiedere al Cremlino di fermare la guerra", ha detto un portavoce del governo britannico dopo la 'lista nera' elaborata dal Cremlino. "Rimaniamo risoluti nel nostro sostegno all'Ucraina", ha aggiunto il portavoce del governo britannico.

Leggi anche

Serve ''una soluzione a lungo termine per la sicurezza dell'Ucraina'', ha detto Johnson in un colloquio telefonico con il presidente ucraino Volodymyr Zelensky questo pomeriggio, come riferisce in una nota Downing Street. "Il primo ministro ha reso omaggio al coraggio delle forze ucraine che continuano a difendere valorosamente la libertà del loro Paese'', si legge in una nota, aggiungendo che ''il presidente Zelensky ha aggiornato il primo ministro sulla situazione a Mariupol e il primo ministro ha detto di aver riconosciuto il valore della resistenza ucraina nella città''.

Dal punto di vista della cronaca del conflitto, le forze russe hanno intensificato attacchi e bombardamenti nell'est dell'Ucraina, in un'area fra Kharkiv, Donetsk e Luhansk, in vista di un'offensiva di terra. L

I russi stanno raggruppando e rafforzando le truppe attorno a Slobozhansky, a sud di Kharkiv. Uno degli obiettivi è bloccare Kharkiv, ancora sottoposta a persistenti bombardamenti. Per questo 22 battaglioni tattici russi sono stati concentrati vicino Izyum, spiega lo Stato maggiore ucraino. Di norma, ognuno di questi battaglioni comprende mille uomini. Nella regione di Donetsk, gli sforzi russi sono concentrati nella conquista delle città di Popasna e Rubizhne, oltre che nel prendere il pieno controllo del porto strategico di Mariupol. Il capo della regione di Luhansk, Serhii Haidai, riferisce di bombardamenti intensificati a Severodonetsk.

Secondo il NYT la Russia sta inoltre schierando elicotteri d'attacco al confine orientale dell'Ucraina. Il quotidiano cita fonti americane e ucraine. Mosca, si legge, sta cercando di consolidare le forze necessarie per la battaglia nell'est dell'Ucraina con l'obiettivo di raggiungere un risultato da presentare come una vittoria.

Questo consolidamento potrebbe durare settimane e comprende anche l'invio di soldati e mezzi d'artiglieria. E quando scatterà l'offensiva, le fonti ritengono che sarà molto lunga e molto sanguinosa.

Esplosioni sono state avvertite questa mattina a Kiev e Leopoli. Lo hanno riferito i media locali, secondo cui le sirene dell'allarme antiaereo sono suonate nella due città. "A seguito dell'attacco missilistico di questa mattina, una persona è rimasta uccisa e diversi feriti sono stati ricoverati in ospedale nel distretto di Darnytskyi", afferma il sindaco di Kiev, Vitalii Klycko, che aveva annunciato il nuovo attacco subito dalla capitale, nel quartiere Darnytsia. "Le nostre forze di difesa aerea stanno facendo tutto il possibile per proteggerci, ma il nemico è insidioso e spietato - ha commentato - Non è un segreto che uno dei generali russi abbia recentemente dichiarato di essere pronto per attacchi missilistici contro la capitale ucraina. E, come si vede, stanno effettuando i bombardamenti".

Il sindaco di Kiev aveva chiesto alle persone di rispettare le sirene antiaeree e a quanti erano andati via dalla città di non tornare ancora".

L'esercito russo ha colpito nell'attacco di questa mattina una fabbrica militare a Kiev, ha detto ai giornalisti il portavoce del ministero della Difesa di Mosca Igor Konashenkov, precisando che nel raid condotto con missili ad alta precisione sono stati distrutti 16 obiettivi nemici, tra cui equipaggiamento, depositi e arsenali. Colpita anche un'installazione per la riparazione di attrezzature militari a Mykolaiv.

Sono più di 800 le nuove tombe scavate nel cimitero della città di Kherson, occupata dai russi, è la denuncia dell'esercito ucraino sul canale Telegram, citando come prova le immagini satellitari fornite da una Ong britannica. "Almeno 824 nuove tombe sono apparse nel cimitero di Kherson fra il 28 febbraio e il 15 aprile", riferisce l'esercito. Il messaggio su Telegram, riferisce l'agenzia ucraina Unian, è accompagnato dalle immagini Planet lab fornite dal Centro per la sostenibilità dell'informazione. Il cimitero si trova alla periferia della città, a est dell'aeroporto. Kherson è sotto occupazione russa da più di un mese.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza