cerca CERCA
Giovedì 18 Agosto 2022
Aggiornato: 23:14
Temi caldi

Ue: Cota, con ingresso in euro per imprese crisi che non ha eguali

15 marzo 2014 | 16.21
LETTURA: 2 minuti

"Le nostre imprese prima dell'ingresso nell'Euro erano il motore di un sistema produttivo che non aveva uguali, oggi invece patiscono il periodo piu' nero dal dopo guerra ad oggi". Cosi' il governatore del Piemonte, Roberto Cota, intervenuto alla manifestazione della Lega 'Basta euro' che oggi ha fatto tappa a Torino.

"Dopo quattro anni sul territorio come governatore, azienda dopo azienda posso confermare che rispetto a 12 anni fa le cose per i nostri imprenditori e per i nostri lavoratori sono cambiate in peggio - ha aggiunto - tante aziende chiudono, tante famiglie rimangono senza lavoro. Prima di entrare nell'euro c'era un mercato interno florido e un export che tirava grazie alla competitivita'. Oggi il mercato interno e' azzerato e lo strangolamento fiscale per le aziende e le famiglie ha raggiunto livelli mai visti prima''.

''Ormai siamo stretti nella terribile morsa Roma- Bruxelles e i dati del nostro rapporto con la Germania parlano chiaro - ha poi osservato Cota - dai noi sono aumentati solo disoccupazione giovanile, debito pubblico e tasse e, mentre a Roma il governo dei professori e' riuscito a peggiorare i conti dello Stato, noi che abbiamo trovato miliardi di debiti e una Regione in default abbiamo rimesso in piedi il Piemonte"."Addirittura Bruxelles - ha concluso - ci ha premiato l'altro giorno come una delle tre regioni virtuose del Paese sull'utilizzo dei fondi su ricerca e innovazione".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza