cerca CERCA
Sabato 27 Novembre 2021
Aggiornato: 22:18
Temi caldi

Uganda: Radicali, Farnesina si attivi contro legge anti-gay

25 febbraio 2014 | 00.08
LETTURA: 2 minuti

''La nuova ministra Mogherini dovrebbe immediatamente prendere posizione contro questa legge e altre sviluppi preoccupanti del Paese africano come il Public Order Management Act che mina gravemente la possibilità di azione della società civile, la crescente corruzione e la terrificante situazione in cui versano le strutture sanitarie''. A sollecitare il ministro degli esteri a intervenire per contrastare la legge, firmata oggi dal presidente dell'Uganda, Yoweri Museveni, che punisce gli omosessuali recidivi con il carcere a vita e prevede pene anche per chi parla dell'omosessualità senza condannarla o non denuncia le persone Lgbti alle autorità, è l'Associazione radicale certi diritti.

''La firma del residente Museveni promulga una legge che mette in grave pericolo l'incolumità di molte persone Lgbti e a repentaglio l'attività delle stesse Ong che si occupano di diritti umani in Uganda'', commenta il segretario dell'associazione, Yuri Guaiana, che oltre a un'immediata moratoria della legge, chiede ''al Governo italiano di riconoscere il diritto di asilo ai richiedenti Lgbti ugandesi e di inviare all'ambasciata italiana in Uganda una comunicazione formale, che autorizzai il rilascio dei visti a ogni richiedente Lgbti ugandese che si senta in pericolo. L'Italia dovrebbe anche spingere i partner europei a rivedere gli aiuti elargiti a favore dell'Uganda e a congelare i fondi diretti alle associazioni sostenitrici della legge''

''Ma la legge - ricorda Guaiana - è stata promossa e voluta soprattutto da leader religiosi cristiani, chiediamo quindi che anche Papa Francesco, insieme a tutti gli altri leader delle comunità religiose presenti in Italia, condannino fortemente questa legge e la criminalizzazione degli atti omosessuali, attivando tutte le missioni in Africa affinché operino in questo senso''.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza