cerca CERCA
Lunedì 23 Maggio 2022
Aggiornato: 07:41
Temi caldi

Lavoro: Uil, bene rifinanziamento cigd ma no a indebolimento formazione

04 agosto 2014 | 09.55
LETTURA: 1 minuti

Il segretario confederale Loy: le misure nel complesso non sembrano risolutive

alternate text
Guglielmo Loy - (foto Labitalia)

"Le misure di rifinanziamento degli ammortizzatori in deroga annunciate dal Governo rappresentano per un verso una vera e propria boccata di ossigeno per le migliaia di lavoratori e lavoratrici che da mesi attendono di ricevere i sussidi. Tali misure, tuttavia, se osservate nel loro complesso, non sembrano risolutive e sufficienti per gestire la transizione verso un sistema di tutele di tipo universale". Lo ha dichiarato Guglielmo Loy, segretario confederale della Uil.

"E’ paradossale inoltre che si continui a indebolire, saccheggiandone le risorse, le poche misure di politiche attive presenti nel nostro mercato del lavoro, a partire da quelle relative ai Fondi Interprofessionali per la formazione continua. Esprimiamo, infine, una forte preoccupazione per gli interventi contenuti nel Decreto di riordino dei criteri di concessione degli ammortizzatori sociali in deroga che, riducendo drasticamente le durate dei sussidi, in particolare quelli della mobilità, potrebbero generare forti tensioni sociali in quelle aree del Mezzogiorno dove non si stanno creando reali alternative a contrasto della crescente disoccupazione", conclude Loy.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza