cerca CERCA
Martedì 24 Maggio 2022
Aggiornato: 22:27
Temi caldi

Bper sostiene ecolaboratorio per ragazzi al Festival della cultura creativa

16 maggio 2014 | 16.27
LETTURA: 3 minuti

E’ l’iniziativa di Bper. In 68 location di circa 50 città italiane si tengono eventi, iniziative e laboratori dedicati ad arte, pittura, archeologia, musica, canto, lettura, linguaggio, racconto e teatro

alternate text

''E' in pieno svolgimento, fino al 18 maggio, la prima edizione del 'Festival della cultura creativa', manifestazione nazionale per i ragazzi delle scuole elementari e medie organizzata dalle banche con il coordinamento dell'Abi (Associazione bancaria italiana). In 68 location di circa 50 città italiane si tengono eventi, iniziative e laboratori dedicati ad arte, pittura, archeologia, musica, canto, lettura, linguaggio, racconto e teatro. Si tratta della prima manifestazione interamente dedicata alla cultura per ragazzi che non si svolge in una sola città né in un'unica sede, ma si articola attraverso una ricca costellazione di eventi, iniziative e laboratori diffusi su tutto il territorio nazionale. BPER aderisce all'importante manifestazione sostenendo un ecolaboratorio di riciclo creativo riservato ai bambini dai quattro ai dodici anni che sarà allestito domenica 18 maggio, dalle ore 16,30 alle 18,30 presso la Galleria civica di Modena a Palazzo Santa Margherita, in corso Canalgrande 103 (l'adesione è libera e non richiede prenotazione)''.E' quanto si legge in una nota di BPER.

''Questa attività formativa è inserita all'interno del progetto Grace D, ideato dall'Istituto Cattaneo-Deledda in collaborazione con il Liceo Artistico Venturi e l'Associazione IncontrARTI, con l'obiettivo di conoscere e indagare le realtà produttive e culturali del territorio, sviluppando competenze in ambito creativo e artigianale.Grace D è nuovo brand di eco-couture che punta sul riciclo e sulla conversione di ''scarti'' in nuovi prodotti di qualità. La collezione è composta di capi interamente realizzati attraverso il riutilizzo di tessuti di scarto e pezzi di stoffa rimasti inutilizzati dalla confezione di capi 'griffati''', continua la nota.

''Per la prima edizione del Festival della cultura creativa è stato scelto 'Il museo immaginario' - inteso non come spazio chiuso e formale, ma come luogo di condivisione e relazione e aperto all'incontro - quale motivo ispiratore e filo rosso che collegherà idealmente tutte le iniziative proposte. Il programma completo è consultabile sul sito www.festivaldellaculturacreativa.it.'', conclude la nota.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza