cerca CERCA
Martedì 20 Aprile 2021
Aggiornato: 03:01
Temi caldi

Un link per vendere di più: i segreti della link building per e-commerce

03 agosto 2020 | 15.30
LETTURA: 7 minuti

alternate text

Foggia, 03.8.2020 - Alla base del concetto di internet, dei motori di ricerca e delle connessioni online, vi sono da sempre i link, i collegamenti ipertestuali capaci di farci navigare da un angolo all’altro del world wide web. Quel che in pochi sanno, è che questi legami possono essere costruiti per far sì che pagine internet fra loro separate possano essere messe in collegamento.

Nel mondo del marketing digitale, un link, però, non è solo una porta verso un’altra pagina web, ma un vero e proprio segnale di importanza per un sito internet: se molti siti linkano il mio sito, vuol dire che il mio sito è “consigliato” da essi; vuol dire che questi siti stanno dicendo al lettore: “per un approfondimento su questo tema (o per acquistare un prodotto) vai a leggere quest’altro sito”. Perciò, nel mondo di internet, un link è capace di trasmettere autorità, pertinenza e fiducia.

Quando si parla di SEO, ossia di ottimizzazione di un sito internet per i motori di ricerca, l'autorità è molto importante, tanto che ne esistono di tre specifiche categorie:

Autorità di dominio: tiene conto di tutti i link che fanno parte del dominio;

Pagina di autorità: riguarda solo i link che trattano della pagina in questione;

Link di autorità: riguarda l'autorità che un link passa dalla pagina A alla pagina B.

L'autorità di un sito deve avere sempre un valore molto alto e si può dire che il raggiungimento di questo obiettivo è alla base della strategia della SEO nota come link building, ossia l’azione vera e propria di costruire legami fra siti attraverso i link.

Perché un’attività di link building sia efficace, occorre che i siti linkati siano coerenti fra essi (si parla di pertinenza). Ad esempio, una buona pertinenza si trova fra un sito che parla di frigoriferi e uno che tratta una specifica marca di frigoriferi o uno che ha all’interno un articolo di approfondimento sui frigoriferi da camper.

Con un link del genere, Google, il principale motore di ricerca sul quale vengono stretti collegamenti fra pagine internet, è capace di premiare con fiducia entrambi i siti, perché sono stati utili all’utente che vuole approfondire le sue conoscenze sui frigoriferi, probabilmente in vista di un acquisto.

Anche nel caso del voler aumentare la fiducia di Google, sarà la SEO la disciplina di riferimento, capace di misurare le metriche presenti, di attenersi alle linee guida di Google per un buon lavoro sui siti internet e lavorando per ottenere link da siti web affidabili e pertinenti.

Strutturazione di un link per link building

Ma com’è costituito un link e come serve alla SEO? Un link è composto di tre strutture principali: origine del collegamento, anchor text e tag interno.

Queste specifiche sono di particolare attenzione per gli e-commerce, i siti internet dedicati alla vendita di prodotti e lo sono perché un utilizzo corretto dei link in ingresso e uscita dal sito sono letteralmente capaci di portare un numero maggiore di visitatori, che potrebbero effettivamente trasformarsi in acquirenti (passaggio che prende il nome di conversione). Poiché fare link building è un’attività che richiede investimento di professionalità, tempo e denaro, non lasciarla al caso, ma impostare bene anchor text e tag, permette un risparmio concreto nell’ottenere conversioni (anche se si tratta solo di una piccola parte di una disciplina molto complessa).

Origine del collegamento: con origine del link si intende la pagina su cui viene inserito un link. In una strategia per e-commerce, un link che parte dalla home page e linka, per esempio, la pagina chi siamo, la home page svolge il ruolo di pagina origine del collegamento. Far partire dei link dalla homepage permette l’intera navigabilità del sito, per cui è bene che nessuna pagina importante sia tenuta nascosta o raggiungibile attraverso troppi click, pena l’uscita dal sito dell’utente. In questo modo, inoltre, l'autorità della homepage (che deriva principalmente dal nome del brand) può essere incanalata verso altre pagine, che verranno così premiate (donate di fiducia, come si è detto) da Google, che le farà apparire più in alto fra i risultati delle ricerche degli utenti.

Anchor text: Il testo di ancoraggio è il cuore di un link, la parte di testo che tutti possono cliccare e generalmente appare di colore blu elettrico. Idealmente, l'anchor text contiene le parole chiave per le quali si desidera che il proprio sito web venga classificato e ricercato, ma anche il nome dell’azienda (brand). In un e-commerce, è bene ancorare il nome del prodotto verso cui si sta mandando il cliente, mentre in siti informativi, hanno più successo ancore che guidano gli approfondimenti di lettura. È anche importante che l'anchor text vari e sembri naturale.

Tag: gli attributi tag sono un riferimento in codice html che serve da legenda a Google per dare un significato al link: i principali sono dofollow e nofollow che danno a Google le seguenti indicazioni: “segui o non segui il link”. Generalmente, i link devono essere dofollow perché il loro effettivo funzionamento e valore sia preservato, ma ci sono casistiche in cui occorre dire a Google di non passare, o perché si tratta di pagine di gestione di alcun interesse per l’utente o perché magari fanno riferimento a siti in manutenzione, ancora da sviluppare o senza effettivo interesse di approfondimento. In una strategia di link building di qualità la corretta definizione di quale tag utilizzare fa davvero la differenza sul posizionamento della singola pagina web.

Mantenere un link autentico e naturale

Può essere considerato quasi fondamentale che un link risulti naturale e autentico, con anchor text di effettivo utilizzo per l’utente e ben integrato all’interno del testo che costituisce l’articolo di un blog, di un giornale o una descrizione prodotto.

Per ottenere link in ingresso ed aumentare la potenza del proprio sito agli occhi di Google, sono molte le strategie e le tecniche da poter adottare, sfruttando al meglio il potenziale dei link.

Creare una sezione blog: anche se si tratta di un e-commerce, creare una sezione blog può attirare molti visitatori. Dare consigli sui prodotti che si vendono, potrebbe essere un'ottima strategia per ottenere link validi. I contenuti degni di un link possono essere di grande attualità, informativi, di tendenza e interessanti;

Creare una sezione Domande Frequenti (FAQ): una sezione del sito che raccoglie le domande più frequenti che un visitatore può porsi su un prodotto o un servizio, è di grande aiuto e fornisce una rapida assistenza al cliente che si sentirà molto importante. Tutto ciò che occorre, è ordinare le priorità in base al volume di ricerca delle domande e dare risposte esaurienti. Si possono poi categorizzare le FAQ, per dare ai visitatori un modo semplice di navigare intorno a esse;

Creare una sezione di manuali: se si vendono prodotti che hanno bisogno di istruzioni (di montaggio, pulizia, conservazione, ricette…) potrebbe essere importante avere una sezione per i manuali e le guide, che è possibile poi ottimizzare aggiungendo dei file illustrati in PDF. La creazione di una sezione di manuali è molto interessante se si vendono prodotti che non sono molto comuni;

Contattare i partner: quando si devono creare dei collegamenti, raggiungere dei collegamenti con altre pagine con le quali si può avere già un rapporto è una cosa che non richiede molto impegno. Trovare nuovi fornitori che possono allegare un link nel sito potrebbe essere un po' più impegnativo, ma è giusto che venga riconosciuto un credito e, in ogni caso, vi sono molte agenzie di link building che se ne occupano, selezionando i partenr più interessanti in base al proprio settore di business. Anche se molte volte si tratta di avere un piccolo sponsor, può essere fondamentale per una futura crescita del sito;

Utilizzare il Content Marketing Integrato: nell'ultimo periodo, gli algoritmi di Google hanno continuato a evolversi e a dare priorità ai link naturali ed è per questo che tutti i siti web hanno iniziato a puntare solo su un link semplice e non artificioso. Questo non vuol dire che il cliente si ritroverà direttamente sulle pagine dei prodotti chiave, ma può influenzare in modo positivo il suo percorso attuando le giuste tecniche di link building. Il sito dovrebbe sempre ospitare contenuti rilevanti e di alta qualità, in grado di favorire link molto autorevoli e fornire delle specifiche di ogni prodotto. Il content marketing è, appunto, la disciplina principe in questo settore.

Per informazioni:

PosizioneUno è un’agenzia SEO Foggia specializzata in e-commerce. Tecniche come la link building vengono gestite da un team esperto di SEO, copywriters e project managers, nella stretta collaborazione con le principali testate nazionali, anche in rapporti di esclusiva. Particolare attenzione viene data alla qualità dei link proposti e al content marketing, alla ricerca di collegamenti che siano in topic con il settore commerciale di riferimento.

Contatti:

e-mail: info@posizioneuno.it

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza