cerca CERCA
Giovedì 02 Febbraio 2023
Aggiornato: 12:57
Temi caldi

Animali: la rana più velenosa al mondo

23 aprile 2015 | 15.14
LETTURA: 2 minuti

I cacciatori di una tribù della Colombia usano il veleno sulle punte delle loro frecce. Può uccidere 20mila topi e più di dieci uomini

alternate text
Infophoto

Tanto piccola e tanto pericolosa. Nel centro della calda e umida foresta pluviale colombiana, si legge sul sito della Bbc, tra foglie di albero e sottobosco si nasconde una piccola ranocchia 'dorata', tanto appariscente quanto pericolosa. Malgrado la grandezza, nel suo piccolo corpicino ha abbastanza veleno per uccidere più di 20mila topi o anche oltre dieci persone. La tossina prodotta da queste rane provoca la paralisi muscolare quindi una crisi cardiorespiratoria, e infine la morte.

E i cacciatori della tribù colombiana Embera utilizzano frecce avvelenate per cacciare volatili, scimmie e altri animali ed il veleno proviene proprio da queste piccole rane. Le più grandi sono lunghe non più di sei centimetri mentre le più piccole sono di 1,5 centimetri di lunghezza.

Per avvelenare le frecce i cacciatori catturano una delle piccole rane, e la fanno spaventare tanto che la schiena si ricopre di un sostanza bianca sulla quale viene appoggiata la punta della freccia. Il veleno è una batracotossina.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza