cerca CERCA
Mercoledì 20 Gennaio 2021
Aggiornato: 21:12

Unioncamere Veneto e la ripartenza del turismo, il Presidente Pozza: un osservatorio per monitorare le dinamiche del settore ed un percorso formativo per gli operatori

15 dicembre 2020 | 13.41
LETTURA: 3 minuti

(Venezia 15 dicembre 2020)

Venezia 15 dicembre 2020

Mappati 29 attrattori e 16 destinazioni turistiche in tutto il Veneto ed erogate 18 ore di corso online più 30 ore di coaching personalizzati a oltre 50 imprenditori della filiera del turismo.

Si è concluso il progetto “La valorizzazione del patrimonio culturale e del turismo”, finanziato dal Fondo Perequativo 2017-2018.” e di durata biennale che ha visto la proficua collaborazione di Unioncamere del Veneto e delle 5 Camere di Commercio del territorio.

Il progetto ha visto il sistema camerale veneto impegnato su due fronti:

●Da un lato, Unioncamere Veneto e ISNART - l’Istituto nazionale per le ricerche sul turismo – hanno collaborato, nello scorso biennio, alla strutturazione dell’Osservatorio sull’economia del turismo delle Camere di Commercio. Le Camere di Commercio ed Unioncamere Veneto, supportate da ISNART hanno lavorato al reperimento delle informazioni territoriali, strumentali alla realizzazione delle piattaforme BigData e SIMOO – ecosistemi digitali del turismo a livello camerale. La base informativa già reperibile sulla piattaforma BigData ha per oggetto dati statistici relativi all’offerta, alla domanda e alla competitività del sistema economico turistico regionale. Nella piattaforma SIMOO invece sono stati mappati 29 attrattori turistici e 16 destinazioni della nostra Regione. Questi dati consentiranno alle Camere e ai decisori politici di comprendere le caratteristiche della destinazione e le azioni da intraprendere per favorirne lo sviluppo.

●Dall’altro lato Unioncamere Veneto, in collaborazione con le Camere di Commercio del territorio, ha promosso un percorso formativo pensato per permettere alle aziende venete della filiera del turismo di acquisire informazioni, conoscenze ed abilità pratiche utili a rispondere al nuovo contesto creatosi a causa dell’emergenza COVID 19. Questi i risultati principali:

●oltre 50 imprenditori della filiera del turismo da tutte le province del Veneto;

●un corso che ha previsto 18 ore di corso online in diretta che hanno toccato molti argomenti sia del fare impresa che delle tendenze e trend del turismo, 30 ore di coaching personalizzato e un video corso di supporto

●collaborazione strategica e operativa tra Unioncamere del Veneto, le CCIAA territoriali e la Regione del Veneto.

Il Presidente Mario Pozza ha commentato così i risultati del progetto: “Il patrimonio ambientale, culturale e artistico della nostra regione è immenso ma la crisi legata al Covid ci ha insegnato che da solo non è sufficiente a garantire la competitività del sistema imprenditoriale legato al turismo e alla cultura. È necessario investire su un’offerta distintiva e di qualità, puntando alla valorizzazione del binomio turismo-cultura e alla collaborazione tra il sistema imprenditoriale e il mondo culturale. Per questo il sistema camerale è impegnato nel supportare questi settori, sia con finanziamenti che attraverso la realizzazione di progetti come quello che presentiamo oggi che ha portato a costruire un Osservatorio sulle dinamiche del turismo e un corso per fornire agli operatori turistici gli strumenti per affrontare le sfide dei prossimi mesi”.

Il settore turistico - che nella nostra regione conta 30.306 imprese attive e genera 18 miliardi di euro, pari all’11% del PIL regionale - è stato il più danneggiato dall’emergenza sanitaria legata al Covid. Anche il settore culturale che in Veneto conta 23.200 imprese e 82.234 addetti sta vivendo una crisi senza precedenti.

Alla luce delle nuove competenze obbligatorie in materia di valorizzazione del patrimonio culturale, nonché di sviluppo e promozione del turismo, conferite dal Dlgs. n. 219/2016 il sistema camerale veneto è impegnato nel supportare turismo e cultura in questo difficile frangente, sia con finanziamenti che attraverso la realizzazione di studi e progetti quali quelli finanziati dal Fondo Perequativo, il fondo di Unioncamere nazionale il cui obiettivo è rendere omogeneo su tutto il territorio nazionale lo svolgimento delle funzioni attribuite da leggi dello Stato al sistema delle Camere di Commercio.

Fondamentale la collaborazione con la Regione su temi all’avanguardia come quello del turismo digitale, club di prodotto e destination management plan.

____________________________

Per informazioni:

Andrea Altinier – Media Relation– andrea.altinier@adnkronos.com

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
L´ informazione continua con la newsletter

Vuoi restare informato? Iscriviti a e-news, la newsletter di Adnkronos inviata ogni giorno, dal lunedì al venerdì, con le più importanti notizie della giornata

Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza