cerca CERCA
Domenica 26 Settembre 2021
Aggiornato: 23:48
Temi caldi

Unioni civili, Zanda: "Avanti senza stralcio, stepchild passerà"

08 febbraio 2016 | 10.25
LETTURA: 3 minuti

alternate text
Luigi Zanda, capogrupo Pd al Senato(Fotogramma) - FOTOGRAMMA

"Miglioramenti in aula sono possibili, però niente stravolgimenti o stralci". E' il punto fermo della linea Pd al Senato, ripetuto e ribadito dal capogruppo Luigi Zanda, che in un'intervista al 'Messaggero' mostra sicurezza sulla coesione anche sul discusso tema delle adozioni, sul quale manca l'accordo di maggioranza con Ap. Proprio sul contrastato passaggio della stepchild adoption, Zanda dice: "penso che passerà e dico anche, insieme a tutti i senatori del Pd, che qualunque sarà l’esito dei voti segreti noi voteremo la legge nel testo finale".

Zanda non teme che un eventuale strappo sul ddl Cirinnà possa avere ripercussioni sul governo e sulla tenuta della maggioranza. "Con Ncd - puntualizza il capogruppo dem - abbiamo alleanza di legislatura sino al 2018. Sono al governo con noi, hanno ministri, vice, sottosegretari, presidenti di commissione. Votiamo insieme la fiducia al governo, votiamo le leggi. Francamente non mi sembra drammatico avere opinioni diverse su un singolo articolo di una legge, seppur importante".

Il cammino della legge al Senato, aggiunge Zanda, dovrà superare almeno una decina di voti segreti e anche Beppe Grillo, temendo un distacco elettorale dell'ala cattolica grillina, generato proprio dal tema delle adozioni, ha lasciato libertà di opinione ai senatori cinquestelle. "Grillo - osserva Zanda - con qualche anno di ritardo ha scoperto che anche nei suoi gruppi parlamentari la democrazia può aiutare la politica. Sinora ha applicato nel suo partito una disciplina militare e ha perso 19 senatori. Invece è corretto che sui temi etici un partito abbia una linea e la esprima lasciando libertà di voto laddove ci sono posizioni diversificate".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza