cerca CERCA
Lunedì 25 Ottobre 2021
Aggiornato: 18:45
Temi caldi

Universita': matricole in calo, ma atenei privati reggono a crisi

18 marzo 2014 | 17.21
LETTURA: 2 minuti

Sempre meno ''appeal'' per gli atenei italiani. Complice anche la crisi sono sempre meno gli studenti che decidono di proseguire gli studi. E, rispetto all'anno accademico 2003/04, nelle Universita' italiane si sono persi circa 90.000 iscritti, quasi il 20%. A fronte di cio' ''reggono'' invece gli Atenei privati che, nel corso degli anni, hanno visto in generale un costante aumento degli iscritti. Dalla Libera Universita' ''Guido Carli'' Luiss di Roma, alla Lumsa, allo Iulm, gli Atenei privati reggono la crisi e vedono crescere l'interesse per i propri corsi.

La Libera Universta' di lingue e comunicazione Iulm ha visto nel suo 45mo anno di attivita' un netto aumento delle matricole. Nel 2013, infatti, gli istritti ai corsi triennali sono saliti a 1.174, rispetto ai 1.041del 2012. Una crescita del 12,6% che fa tornare le matricole quasiai livelli del 2011. Emerge poi un sempre maggiore interesse degli studenti per le facolta' di Arti, turismo e mercati. Soddisfatto il rettore Giovanni Puglisi: ''Questi numeri - spiega all'Adnkronos - dimostrano che nei settori di 'nicchia', in cui operiamo, la comunicazione, l'interpretariato e il management dell'arte lo Iulm offre una grande qualita' didattica e ha una forte capacita' di attrattiva''. (segue)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza