cerca CERCA
Giovedì 20 Gennaio 2022
Aggiornato: 13:23
Temi caldi

A.Saudita: donne 'in affitto' per entrare nei centri commerciali, è polemica

19 novembre 2014 | 14.24
LETTURA: 3 minuti

alternate text

Uomini single che pagano donne per poter entrare nei centri commerciali. E' polemica, in Arabia Saudita, per la pratica che si è diffusa nella provincia orientale del Paese per ovviare al veto imposto agli uomini soli nei grandi magazzini per evitare il diffuso fenomeno delle molestie sessuali. In seguito alle numerose infrazioni segnalate dalla polizia religiosa saudita, la Commissione per la promozione della virtù e la prevenzione del vizio, i centri commerciali hanno quindi deciso di intraprendere azioni legali nei confronti delle giovani donne che si fanno pagare per aiutare gli uomini ad accedere ai locali fingendosi loro moglie, sorelle o parenti.

Attive principalmente durante il fine settimana, le donne si raggruppano di fronte ai cancelli, pronte ad accompagnare gli uomini per negozi dietro al pagamento di un compenso fino a mille riyal, più di 213 euro, al giorno.

Una di loro, interpellata da Gulf News, si difende affermando che non sta commettendo alcun reato in quanto non c'è alcuna legge che impedisca agli uomini soli di recarsi nei centri commerciali. "Quindi non c'è nulla di sbagliato nel ricevere i soldi per fare qualcosa che non è illegale - ha detto -. Mi rifiuto di scherzare o di scambiare convenevoli con gli uomini con cui sto lavorando. Sono sempre seria sul lavoro e non provo alcuna vergogna nel farlo. Sono le guardie della sicurezza che sbagliano, non consentendo agli uomini single di entrare nel centro commerciale".

Molti uomini d'affari hanno chiesto la revoca del divieto imposto dai centri commerciali, affermando che questo sta causando enormi perdite, soprattutto nelle vendite di abbigliamento maschile.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza