cerca CERCA
Mercoledì 17 Agosto 2022
Aggiornato: 18:56
Temi caldi

Fipronil

Uova contaminate, i casi in Italia

23 agosto 2017 | 14.05
LETTURA: 2 minuti

alternate text
(Afp) - AFP

Nella vicenda delle uova contaminate dall'insetticida, ad oggi, "sono state rilevate 8 positività: 5 in uova presso dei centri di imballaggio, 2 relative ad ovoprodotti e 1 relativa a prodotti di trasformazione, con conseguente segnalazione alle Regioni e Asl competenti sul territorio per ulteriori accertamenti sulla provenienza nazionale o estera delle uova o dei prodotti contaminati, sulle fonti di contaminazione e per l'adozione di eventuali provvedimenti restrittivi". Lo rende noto il ministero della Salute, che fornisce i dati aggiornati alle 12 di oggi sui controlli effettuati. I numeri forniti sono comprensivi di quelli comunicati in precedenza nonché di quelli forniti oggi dal Comando carabinieri della salute.

Per quanto riguarda i controlli, 196 campionamenti sono stati effettuati dalle Regioni, nel corso del Piano di ricerca su pollame, uova, derivati disposto dal ministero l'11 agosto. I Nas hanno raccolto, invece, 107 campioni così ripartiti: 42 campionamenti conoscitivi di prodotti trasformati contenenti uova o derivati, prelevati nei negozi e supermercati su disposizione del ministero del 14 agosto, e 65 ulteriori campionamenti effettuati su iniziativa dell’Arma. Inoltre, 60 campionamenti sono stati realizzati dagli Uffici periferici del ministero della Salute per gli adempimenti comunitari (Uvac), per merci provenienti dai Paesi interessati dall’allerta.

"Non risultano pervenuti - informa il ministero - allerta comunitari, oltre ai 6 già segnalati in precedenza e gestiti. Si precisa che in tale ambito rientra il sequestro di omelette surgelate reso noto dalla Regione Lombardia lo scorso 21 agosto, a seguito di una comunicazione di questo ministero. Per quanto riguarda l'attività analitica, a oggi gli Istituti zooprofilattici hanno completato le analisi su 124 dei campioni pervenuti".

"Relativamente ad alcuni campioni di uova riscontrati non conformi, è stato chiesto dalla Direzione competente della sanità animale e dei farmaci veterinari un intervento dei Nas negli allevamenti di provenienza, attraverso ispezioni delle strutture, verifica della presenza di sostanze o farmaci vietati, con particolare riguardo al fipronil, e prelievo di campioni su prodotti di origine animale, animali vivi e uova".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza