cerca CERCA
Lunedì 17 Maggio 2021
Aggiornato: 20:35
Temi caldi

Urso: "Pisano su app Immuni chiarisca in Copasir"

21 aprile 2020 | 12.28
LETTURA: 2 minuti

"Speranza riferisca su 'piano segreto' e Di Maio su Cina"

alternate text
(Fotogramma)

di Cristiano Fantauzzi

"Domani nella riunione già convocata dal presidente Volpi chiederò di convocare in audizione, secondo le modalità proprie del Comitato improntate alla segretezza e alla tutela della sicurezza nazionale, i ministri competenti rispetto ad alcune questioni emerse, in ordine alla Cina, alla salute e alla app di tracciamento Immuni". Lo dice, raggiunto telefonicamente dall'Adnkronos, il senatore Adolfo Urso (Fdi), vice presidente del Comitato parlamentare per la sicurezza della Repubblica.

E mentre "al ministro Luigi Di Maio - spiega - vorremmo chiedere per quali motivi l'Italia non si sia associata alle richieste di alleati europei e occidentali alla Cina di fare chiarezza sulle origini del virus e sui ritardi nel lanciare l'allarme", anche la ministra dell'Innovazione Paola Pisano è fra gli esponenti del governo da ascoltare. "Sulla app Immuni - rileva Urso - ci sono diverse questioni da approfondire, e ci sono prese di posizione molto chiare da parte dei colleghi di maggioranza Enrico Borghi (Pd) e Antonio Zennaro (M5S)" che hanno rilevato congiuntamente che si tratta di una questione di sicurezza nazionale di cui l'organismo deve essere investito.

Quanto al ministro della Salute, Roberto Speranza, Urso chiederà che sia audito alla luce di quanto apparso oggi sul 'Corriere della Sera' in merito ad un "piano segreto" per contrastare l'emergenza, piano esistente fin da gennaio, nelle parole del direttore generale del ministero Andrea Urbani. "Dopo aver letto questa intervista è evidente che c'è da domandarsi, e questo sarebbe l'oggetto dell'audizione di Speranza, se qualcuno sia stato informato e coinvolto. Come Copasir abbiamo il dovere di capire", sottolinea il senatore.

Per il Comitato, insomma, si annuncia una fitta rete di appuntamenti, che si andranno ad aggiungere a quelli già in calendario in relazione all'emergenza coronavirus: "E' stato già deciso - ricorda Urso - di tenere delle audizioni sul settore finanziario, assicurativo e creditizio con gli Ad delle diverse realtà operanti in Italia al fine di capire come operano rispetto alla necessità di tutelare l'interesse nazionale".

In particolare, dice Urso, su due versanti: "Quello della sostenibilità del sistema dei titoli pubblici (si parla di aumento del debito, e qualcuno lo deve acquistare in modo continuativo ed efficace) e quello del necessario flusso del credito alle imprese affinché possano difendersi dallo 'shopping estero' ed essere tutelate al meglio".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza