cerca CERCA
Giovedì 01 Dicembre 2022
Aggiornato: 17:17
Temi caldi

Usa, 27enne ispanico muore soffocato durante arresto

25 giugno 2020 | 08.34
LETTURA: 1 minuti

L'episodio a Tucson, in Arizona. Si dimettono il capo della polizia e i tre agenti coinvolti. In un video diffuso dalle forze dell’ordine si vede la vittima ammanettata e tenuta con la faccia a terra per 12 minuti mentre chiede dell'acqua

alternate text
(Fotogramma)

Il capo della polizia di Tucson, in Arizona, Chris Magnus, ha offerto le sue dimissioni dopo aver reso pubblico un video che mostra un 27enne di origini ispaniche, Carlos Ingram Lopez, morire durante un arresto. Il filmato, ripreso dalle 'body-camera' degli agenti, risale al 21 aprile ed era finora rimasto inedito. Prima di morire, Lopez, ammanettato, ha ripetutamente chiesto in inglese e in spagnolo dell'acqua, invocando sua nonna. Tre agenti coinvolti nell'incidente si sono dimessi, ha riferito Magnus.

Il capo della polizia ha affermato che gli agenti impegnati nell'arresto di Lopez non hanno usato prese di soffocamento, ma hanno comunque violato le linee guida del loro addestramento, tenendo la vittima in una posizione di costrizione a faccia in giù per circa 12 minuti, prima che il 27enne avesse un arresto cardiaco e morisse sul posto.

Mentre era nella posizione di costrizione, Lopez ha detto agli agenti di non poter respirare. L'autopsia, riportano i media Usa riferendo del caso, ha rilevato che la causa della morte è stata una combinazione di costrizione fisica e arresto cardiaco, con complicazioni dovute ad intossicazione da cocaina.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza