cerca CERCA
Martedì 17 Maggio 2022
Aggiornato: 17:39
Temi caldi

Usa, attacco in un liceo a Pittsburgh: 20 accoltellati. Fermato un 16enne

09 aprile 2014 | 20.59
LETTURA: 3 minuti

alternate text

Nuovo attacco in una scuola americana. Un ragazzo di 16 anni, armato di due coltelli, ha colpito venti compagni nella Franklin Regional High School di Murrysville, a una ventina chilometri da Pittsburgh. Sette studenti sarebbero gravi.

Il portavoce dei servizi di sicurezza della contea, Dan Stevens, ha reso noto che la polizia ha arrestato il 16enne. Tutti i feriti sono studenti, tra i 14 e i 17 anni, tranne una delle guardie di sicurezza della scuola che è intervenuta per cercare di fermare il giovane ma è stata ferita con un colpo allo stomaco.

Il ragazzo, di cui è stata resa nota solo l'età non l'identità, è stato portato in ospedale per essere medicato alla mano dove ha riportato lievi ferite. Il capo della polizia di Murrysville, Thomas Seefeld, ha detto che il giovane è stato interrogato ma ancora non è chiaro il motivo che l'ha spinto al folle gesto. "Non sappiamo che cosa l'abbia spinto", ha detto. Un testimone, secondo quanto si legge sul sito del Pittsburgh Gazete, ha raccontato che il giovane è stato bloccato dal vice preside, Sam King.

In una conferenza stampa in cui ha ricostruito la dinamica dell'assalto, Seefeld ha descritto i minuti di terrore vissuti dagli studenti del liceo quando il loro compagno con un coltello per mano ha colpito all'impazzata i ragazzi che si trovavano nei corridoi in attesa dell'inizio delle lezioni. "L'incidente si è concluso abbastanza rapidamente", ha detto ancora il poliziotto, spiegando che qualcuno ha suonato l'allarme anti-incendio e tutti i ragazzi hanno iniziato a fuggire dall'edificio. A sostegno della polizia locale sono arrivate anche le squadre dell'Fbi.

Chris Kaufmann, del Forbes Regionale Hospital, ha detto alla Cnn che nel suo ospedale sono stati ricoverati sette ragazzi con ferite al petto, all'addome e alla schiena. Si tratta di ferite "abbastanza gravi" alcune delle quali potrebbero mettere i ragazzi in pericolo di vita, in particolare due le cui condizioni vengono descritte come "non stabili".

Molti dei feriti sono stati colpiti alle gambe o alle braccia. I più gravi sono stati trasferiti in elicottero negli ospedali della contea. L'attacco - ha ricostruito ancora Stevens - è avvenuto nell'ingresso del liceo e in diverse classi prima che le lezioni iniziassero, poco dopo le sette del mattino.

"Aveva uno sguardo da pazzo, mentre correva da tutte le parti pugnalando chiunque si trovasse davanti" ha raccontato una studentessa del liceo di Pittsburgh alla Cnn. La ragazza ha detto che lo studente, mentre colpiva gli altri ragazzi con i due coltelli che aveva nelle mani "non diceva niente, lo faceva e basta". Ha poi raccontato di aver frequentato molte lezioni con quel ragazzo, anche se non lo conosceva: "Rimaneva sempre in disparte, non aveva molti amici a quanto io ne sappia, ma non so se fosse vittima di bullismo. In effetti non ho mai sentito di episodi di bullismo nei suoi confronte. Era solo timido e non parlava con molte persone".

Dopo l'allarme scattato nel liceo, sono state cancellate le lezioni anche nelle scuole medie ed elementari che si trovano nello stesso campus che ospita in tutto 3600 studenti.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza