cerca CERCA
Mercoledì 22 Settembre 2021
Aggiornato: 14:42
Temi caldi

Usa, Biden: "Non votatemi se credete alle accuse di molestie sessuali di Tara"

15 maggio 2020 | 14.55
LETTURA: 1 minuti

alternate text

Le denunce di molestie ed aggressione sessuale "devono essere prese seriamente", quindi Joe Biden afferma che chi crede alle accuse che gli ha mosso la sua ex collaboratrice Tara Reade "non dovrebbe votare per me". Così in un'intervista alla Msnbc, l'ex vice presidente ha ribadito la sua totale estraneità alle accuse cercando però di non assumere una posizione critica del movimento del #metoo.

"In ogni caso quello che conta è la verità - ha detto il candidato democratico alla Casa Bianca - la verità è quello che conta, e la verità in questo caso è che niente di questo è mai successo". Parlando poi della Reade, che accusa Biden di averla aggreditata sessualmente quando lavorava per lui al Senato nel 1993, Biden ha detto che "ha il diritto di essere ascoltata" ma poi le sue accuse devono essere "controllate". "E la verità è quella che conta e vi do la mia parola, non è mai successo", ha poi ripetuto.

Alla domanda poi su cosa direbbe ad elettrici che volevano votare per lui ed ora sono dubbiose perché credono a Reade, Biden ha risposto: "Penso che debbano votare con il cuore, se credono a Tara Reade non dovrebbero votare per me. Io non voterei per me se credessi a quello che dice Tara Reade".

Poi è passato ad indicare le contraddizioni della "storia di Tara Reade, che cambia in modo considerevole, io però non voglio discutere delle sue motivazioni - ha poi aggiunto - non voglio discutere di nulla tranne che dire che è la verità che conta".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza