cerca CERCA
Domenica 05 Dicembre 2021
Aggiornato: 15:14
Temi caldi

Usa: cyberattacco contro assicurazione sanitaria, sospetti su hacker cinesi

06 febbraio 2015 | 13.32
LETTURA: 2 minuti

Rubati dati privati di 80 milioni di assicurati in quello che viene descritto come un "attacco sofisticato". Sale nel mercato nero dei dati il valore di quelli sanitari, usati per estorsioni, frodi e furti di identità. Allarme degli esperti: "Per gli hacker sono i nuovi numeri delle carte di credito".

alternate text
(Foto Infophoto)

Un massiccio attacco hacker contro Anthem, la seconda principale compagnia assicurativa americana nel settore sanitario, ha esposto i dati personali di 80 milioni di assicurati, presenti e passati, della compagnia. Si tratta, secondo gli esperti, di una delle violazioni più gravi che hanno colpito i sistemi informatici medici, sollevando l'allarme sui rischi che corrono le compagnie dedicate alla assistenza sanitaria e gli ospedali che non hanno un'adeguata protezione contro gli hacker.

L'attacco, definito come "molto sofisticato", è avvenuto alla fine di gennaio ma è stato reso noto solo ora e gli investigatori sospettano che dietro vi siano, come è accaduto altre volte in caso di attacchi cibernetici verso istituzioni pubbliche e private americane, hacker cinesi, riporta il Washington Post citando fonti informate sull'inchiesta. Che rendono noto come vi siano indicazioni che anche altre compagnie assicurative sanitarie possano essere state prese di mira. Le autorità hanno spiegato che non sono stati comunque violati i dati relativi alle cartelle mediche e i numeri di carta di credito degli assicurati, ma quelli relativi ai numeri di social security, una sorta di codice fiscale, dei loro indirizzi di casa e di mail, ed altri dati.

Secondo gli esperti, i sistemi informatici di compagnie che si occupano di sanità sono diventati uno dei principali target degli hacker alla ricerca di informazioni finanziarie e mediche dei singoli individui, che possono fruttare molto sul mercato nero dei dati per estorsioni, frodi e furti di identità . "Le informazioni sanitarie sono diventate le nuove carte di credito" per gli hacker, concludono gli esperti.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza