cerca CERCA
Sabato 28 Gennaio 2023
Aggiornato: 01:54
Temi caldi

Usa: dipartimento Stato impone segreto su 300 mail della Clinton

18 agosto 2015 | 14.23
LETTURA: 2 minuti

alternate text
Hillary Clinton (Foto Xinhua)

Il dipartimento di Stato ha bloccato la pubblicazione di 305 mail dell'ex segretario di Stato Hillary Clinton per permettere alle agenzie di intelligence di stabilire se queste contengano informazioni top secret che non si possono rivelare al pubblico.

La mossa è destinata probabilmente a riaprire polemiche e dietrologie nella saga del "mailgate", lo scandalo scoppiato quando è emerso che Clinton ha usato un account di posta privato e non quello governativo nei quattro anni in cui è stata al dipartimento di Stato.

Nei mesi scorsi un giudice federale, accogliendo un ricorso presentato sulla base del Freedom of Information Act, ha ordinato al dipartimento di Stato di pubblicare entro il prossimo gennaio, dopo averle vagliate ed aver inserito i necessari omissis, le 30mila mail che lo scorso dicembre Clinton ha consegnato al governo. Da allora un team di diplomatici sta passando in rassegna le decine di migliaia di pagine per poi autorizzarne la pubblicazione.

Tuttavia, dopo che nel primo gruppo di mail pubblicate a maggio è finito un documento che in effetti conteneva informazioni riservate, al team sono stati affiancati dei funzionari delle cinque agenzie di intelligence.

E proprio da loro, hanno spiegato gli avvocati del dipartimento di Stato, è partita la richiesta di bloccare il gruppo di 300 mail per ulteriori revisioni. Insomma, la vicenda delle mail - sulla quale ha avviato un'inchiesta anche l'Fbi per stabilire se i messaggi siano conservati in modo improprio dal server - rischia di diventare sempre di più una spada di Damocle sulla campagna elettorale della candidata democratica alla Casa Bianca.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza