cerca CERCA
Lunedì 21 Giugno 2021
Aggiornato: 12:51
Temi caldi

Usa: nel 1976 massacro' la famiglia, ricercato Fbi potrebbe essere in Italia

11 aprile 2014 | 16.49
LETTURA: 3 minuti

Washington, 11 apr. (Adnkronos/Washington Post) - Nel 1976 sterminò la famiglia a colpi di martello. Da allora è scomparso, volatilizzato nel nulla, ma la polizia ha continuato a cercarlo e ora, dopo 38 anni, l'Fbi lo ha anche inserito nella 'top ten' dei ricercati. Si tratta di una forte indicazione sul fatto che Bradford Bishop, questo il nome dell'uomo che, forse in preda a un raptus di follia, uccise la madre, la moglie e i tre figli al'interno della casa di famiglia a Bethesda, nel Maryland. Bishop, che oggi avrebbe 77 anni, potrebbe nascondersi in Italia. Tra i vari avvistamenti succedutisi dopo la sua fuga, tra chi ha riferito di averlo visto in un parco pubblico a Stoccolma o in una stazione ferroviaria di Basilea, c'è anche chi ha raccontato di averlo incontrato a Sorrento.

I motivi per cui Bishop, all'epoca funzionario del Dipartimento di Stato Usa, la sera del 1 marzo 1976 decise di commettere un delitto atroce, rimangono sconosciuti. Forse la delusione per una mancata promozione, forse il malumore per il fatto che la famiglia ne aveva abbastanza degli spostamenti all'estero, forse, appunto, un gesto di pura follia. Anche se, come ricostruì all'epoca la polizia, gli omicidi erano nella testa dell'uomo sicuramente già dalla mattinata del 1 marzo, quando lasciò l'ufficio in anticipo e sulla via di casa si fermò a comprare la mazza con la quale avrebbe poi massacrato la sua famiglia, compresi i figli di 14, 10 e 5 anni. (segue)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza