cerca CERCA
Lunedì 27 Settembre 2021
Aggiornato: 14:16
Temi caldi

Usa, seconda esecuzione capitale dopo via libera Corte suprema

16 luglio 2020 | 20.41
LETTURA: 1 minuti

alternate text
Immagine di repertorio (Amnesty)

Eseguita la seconda condanna a morte in una settimana negli Stati Uniti dopo il via libera della Corte suprema all'attuazione di condanne a morte a livello federale in seguito alla controversa decisione dell'Amministrazione Trump di ripristinarne l'uso al termine di una pausa di 17 anni.

A essere ucciso con una iniezione letale nell'Indiana è stato Wesley Ira Purkey, 68 anni, condannato a morte nel 2004 per aver ucciso e smembrato una ragazza di 16 anni. L'esecuzione era stata fissata ieri ma un giudice federale l'ha rimandata per una ulteriore perizia sulle sue condizioni mentali. I legali di Purkey avevano sostenuto che il loro assistito, malato di Alzheimer, non era in grado di capire che la sua condanna stava per essere eseguita. Nelle prossime settimane è in programma l'esecuzione di altre due condanne a morte.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza