cerca CERCA
Sabato 06 Marzo 2021
Aggiornato: 02:14
Temi caldi

Usa, Spannaus: "Nuovo partito Trump? Contenuti faranno differenza"

21 gennaio 2021 | 12.01
LETTURA: 2 minuti

L'analista sull'ipotesi 'Patriot Party': "Dovrà sfidare Gop su temi che interessano a classe media"

alternate text
(Afp)
Roma, 21 gen. (Adnkronos)

Donald Trump ha voglia di "rivalsa", intende "vendicarsi per il modo pessimo in cui ha lasciato la Casa Bianca, ovviamente per colpa sua" e punterà a restare al centro della scena politica, ma il suo futuro successo dipenderà dalla capacità di saldare il populismo ai temi che interessano alla classe media. Lo sostiene l'analista americano Andrew Spannaus, commentando in un'intervista all'Adnkronos l'ipotesi che l'ex presidente formi il 'Patriot Party', come riportato da alcuni media.

L'uscita di scena di Trump rappresenta "chiaramente una sconfitta personale e della sua eredità perché molti cercheranno di identificare la sua presidenza solo con la parte peggiore cioè con i fatti di Capitol Hill", afferma l'autore di 'Perché vince Trump', nel quale aveva anticipato la rivolta populista negli Stati Uniti e in Europa, e di 'L'America post-globale. Trump, il coronavirus e il futuro'.

Per Spannaus, sarà "difficile" creare un nuovo partito negli Usa, dove è fortemente radicato il bipolarismo, ma tutto "dipenderà dai contenuti". Il populismo di Trump funziona quando "non si limita alla sua personalità, ma si lega ai problemi di fondo della società - spiega - l'ex presidente dovrà cercare di colmare un vuoto e sfidare il Gop su temi che interessano di più alla classe lavoratrice, come l'ostilità verso Wall Street e la difesa della libertà di parola".

L'elettorato di riferimento di un eventuale 'Patriot Party' sono "milioni di persone che si sentono escluse dal mondo che considerano caro all'establishment", secondo l'analista, che sottolinea come parti della società americana "soffrono di un declino lungo decenni", frutto della precarietà economica, e considerano sotto attacco i propri "valori culturali. Trump dovrà riuscire a fondere aspetti economici e culturali lavorando su temi trasversali che non lo confinino a destra".

Nella sua azione politica - evidenzia Spannaus - l'ex presidente potrà contare sull'appoggio di alcuni media conservatori molto attivi come 'One America' che non gli hanno voltato le spalle come 'Fox' e che cercheranno di esprimere una voce "forte e di protesta" contro l'Amministrazione democratica.

Se il 'Patriot Party' dovesse vedere la luce sicuramente i repubblicani perderanno parte del loro consenso, rischiando di schiacciarsi su posizioni tradizionali, dal liberismo economico all'appoggio per una politica estera aggressiva, che "piacciono alle istituzioni di Washington, ma sempre meno alla popolazione". Trump, avverte Spannaus, non deve fare l'errore di intestarsi i 74 milioni di voti raccolti alle presidenziali, gran parte dei quali "sarebbero andati a qualsiasi candidato repubblicano. Vedremo se proverà a fare un partito, ma la sua popolarità ha sicuramente subito un colpo come indicano i sondaggi".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
L´ informazione continua con la newsletter

Vuoi restare informato? Iscriviti a e-news, la newsletter di Adnkronos inviata ogni giorno, dal lunedì al venerdì, con le più importanti notizie della giornata

Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza