cerca CERCA
Mercoledì 14 Aprile 2021
Aggiornato: 00:02
Temi caldi

Coronavirus

Vaccini covid in Italia: 2,6 milioni di dosi ferme in frigo

07 aprile 2021 | 13.27
LETTURA: 1 minuti

Ma "non c'è nessun ritardo", spiega l'ufficio del commissario Figliuolo: sono scorte per richiami e nuove dosi da utilizzare

alternate text
Afp

Vaccini anti covid in Italia, c'è un dato che allarma nella corsa della campagna vaccinale verso l'obiettivo delle 500mila immunizzazioni al giorno: 2,6 milioni di dosi ferme nei frigoriferi delle Regioni. Ad oggi infatti sono 11,5 milioni le dosi somministrate e 14,1 milioni quelle consegnate: c'è quindi uno scarto di circa 2,6 milioni di dosi. Dalla struttura del Commissario per l'emergenza chiariscono però che "non c'è nessun ritardo, ma quella differenza è dovuta alle scorte per i richiami, che molte Regioni tengono per le prenotazione già stabilite, e alle nuove dosi arrivate e da utilizzare".

Ad esempio ieri sono arrivate in Italia 1,5 milioni di dosi Pfizer e sono in consegna alla Regioni: "E' chiaro che devono essere ancora caricate nel contatore online, ma andranno conteggiate nei vaccini distribuiti", fa notare la struttura commissariale per l'emergenza Covid-19. Quindi, il dato di 2,6 milioni di dosi 'ferme' potrebbe anche aumentare. Ma come chiarisce la struttura, "se guardiamo alla percentuale tra dosi distribuite e somministrate, siamo all'81,4%. Un dato non cattivo e che indica come quasi tutte le dosi vengono fatte".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza