cerca CERCA
Venerdì 30 Luglio 2021
Aggiornato: 00:17
Temi caldi

Covid Italia oggi

Vaccini Italia, da domani prenotazioni libere

02 giugno 2021 | 07.32
LETTURA: 4 minuti

Stop alle fasce d'età: da giovedì 3 giugno potranno prenotare tutti i cittadini. Le news dalle Regioni sulle vaccinazioni

alternate text
Fotogramma

Vaccino anti covid per tutti in Italia da domani, 3 giugno. A partire da giovedì, infatti, le prenotazioni saranno libere e non più per fasce d'età. Intanto le Regioni portano avanti il loro piano vaccinale, con il Lazio impegnato in una nuova 'open week' AstraZeneca, la Lombardia che apre dalle 23 di oggi anche ai minorenni, la Toscana che vaccina futuri sposi e maturandi e il Piemonte che estende anche ai 18enni le immunizzazioni 'last minute' e si prepara per una 'open night' di somministrazioni.

"Dal 3 giugno si darà la possibilità alle Regioni e alle province autonome di aprire su tutte le classi seguendo il piano, utilizzando tutti i punti di somministrazione, anche quelli aziendali", ha annunciato nei giorni scorsi il commissario straordinario all'emergenza coronavirus Francesco Paolo Figliuolo. "Le dosi a disposizione saranno 20 milioni", ha precisato Figliuolo, e ogni Regione dovrà regolarsi sul numero di dosi, ma quello che bisogna "evitare è la rincorsa tra Regioni per avere più vaccini".

LAZIO - Al via intanto da oggi, festa della Repubblica, la nuova 'open week' AstraZeneca per gli over 18 nel Lazio. "I posti a disposizione sono esauriti e verranno implementati per sabato 5 e domenica 6 giugno, sempre con ticket virtuale sulla App Ufirst. I ticket verranno staccati da giovedì 3 giugno", ha annunciato ieri l'assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio d'Amato.

LOMBARDIA - Dalle ore 23 di oggi tutti i lombardi appartenenti alla fascia 12-29 anni potranno prenotare la propria vaccinazione in Lombardia, che ha recepito le indicazioni Aifa sull’allargamento ai nati 2006-2009. "Nel complesso 1,75 milioni di persone", scrive su Twitter Letizia Moratti, vice presidente e assessore al Welfare della Regione, che esorta: "Forza giovani, vaccinatevi".

TOSCANA - A chi sta convolando a nozze sarà sufficiente una telefonata per prenotare il vaccino anti Covid in Toscana. Annunciata lunedì, la linea è attiva da oggi e il numero da chiamare è lo stesso a cui in Toscana ci si può da tempo rivolgere per qualsiasi informazione sull’emergenza sanitaria in corso: lo 055.9077777, un call center rivolto a tutti i cittadini e attivo dalle 9 alle 16 di ogni giorno. Al telefono gli sposi dovranno comunicare i propri dati e la data prevista delle nozze, dopodiché saranno richiamati dalle Asl di residenza che si occuperà di fissare la data dell’iniezione. Quel giorno sarà necessario portare con sé una copia delle pubblicazioni di nozze. Se dunque gli sposi hanno meno di trenta anni potranno in questo modo accelerare ed anticipare la loro vaccinazione.

Ma avranno una corsia preferenziale, come aveva chiesto il presidente della Toscana Eugenio Giani, anche i giovani adolescenti, diciannovenni per lo più, che si apprestano a sostenere l’esame di maturità che inizierà il 16 giugno. Da sabato 5 giugno una finestra a loro dedicata si aprirà sul portale regionale prenotavaccino.sanita.toscana.it e chi lo vorrà riceverà la prima dose (il vaccino è quello Pfizer) dal 7 al 13 giugno, almeno tre giorni prima degli esami. In tutta la Toscana sono circa 30 mila i giovani potenziali fruitori. Il 31 marzo è stato intanto tenuto a battesimo il ‘last minute’: tutte le sere, dalle 19 alle 23:59, è possibile prenotare per le ventiquattro ore successive le dosi resesi disponibili a seguito di rinunce o cancellazioni. Nel primo giorno sono state quasi duemila le persone che ne hanno approfittato.

Procedono quindi, come già programmate, le prenotazioni del vaccino per i trentenni, ultima fascia al momento inserita nelle agende. Si va di due anni in due anni, come era stato per le altre decadi, con una nuova finestra aperta ogni giorno alle cinque del pomeriggio: il 1 giugno per chi è nato nel 1982 e 1983, il 2 giugno per il 1984 e 1985 e così via, fino a sabato 5 giugno, quando toccherà al 1990 e 1991. Ci si prenota, anche in questo caso, sul portale regionale.

PIEMONTE - Sono arrivate e sono in consegna in queste ore le 233.000 dosi di Pfizer previste per domani. Si tratta della fornitura più cospicua di questo vaccino finora giunta in Piemonte. Intanto, l’Unità di Crisi della Regione ha deciso di estendere a tutta la popolazione piemontese dai 18 anni in su le vaccinazioni ‘last minute’ presso l’open hub del Valentino di Torino tra venerdì 4 e domenica 6 giugno. Il servizio è riservato a coloro che non hanno ancora un appuntamento o hanno la convocazione dopo il 13 giugno. In particolare, da oggi alle ore 7 possono prenotare su www.ilPiemontetivaccina.it le persone con più di 30 anni (inclusi i nati nel 1991) e da domani alle ore 12 anche i giovani con più di 18 anni compiuti. Le prenotazioni sono possibili fino alle ore 16 di giovedì o fino all’esaurimento dei 6mila posti disponibili per questo primo weekend del 4-6 giugno.

Sempre dalle ore 12 di giovedì 3 giugno sul portale www.ilPiemontetivaccina.it i giovani di tutto il Piemonte nella fascia di età 18-28 anni potranno prenotare il vaccino nell’ambito dell’Open night organizzata sabato 5 giugno presso l’hub di Reale Mutua a Torino. La prenotazione sarà possibile fino all’esaurimento dei mille posti disponibili. Le vaccinazioni avranno luogo tra le 21.30 di sabato e le 3.30 della notte di domenica. In caso di controlli delle forze dell’ordine, lo spostamento verso il punto vaccinale e il rientro alla propria abitazione oltre l’orario del coprifuoco sarà giustificato per motivi di salute mediante l’esibizione del messaggio di conferma dell’appuntamento. L’iniziativa è realizzata in collaborazione tra Reale Group, Asl Città di Torino, Cdc e Regione Piemonte.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza