cerca CERCA
Giovedì 19 Maggio 2022
Aggiornato: 18:04
Temi caldi

Vaccino covid, effetti indesiderati dopo placebo? Ecco perché

23 gennaio 2022 | 00.02
LETTURA: 2 minuti

Mal di testa, stanchezza e dolori segnalati da chi non ha ricevuto il vaccino: è l'effetto nocebo

alternate text

Effetti collaterali segnalati non dopo il vaccino covid ma dopo il placebo. Mal di testa, dolori, stanchezza. Gli effetti indesiderati - associati al vaccino anche secondo il bugiardino - sono stati riferiti anche dalle persone che hanno ricevuto il placebo in vari trial.

L'effetto 'nocebo' - vale a dire la tendenza ad attribuire effetti collaterali associati ad una sostanza che non è in grado di produrre conseguenze - non è un fenomeno raro nel mondo scientifico. Nel panorama della pandemia covid, con i vaccini costantemente sotto i riflettori, non sorprende. "Il cosiddetto 'nocebo' è un fenomeno che ovviamente anche noi stiamo osservando e abbiamo osservato", ha detto all'Adnkronos Salute il professor Matteo Bassetti, direttore della Clinica di malattie infettive all'ospedale San Martino di Genova.

"Se il placebo provoca effetti collaterali simili al vaccino evidentemente non è il vaccino ma tutto quello che c'è oggi intorno al mondo della vaccinazione con l'ansia e lo stress frutto anche di una cattiva pubblicità fatta ai vaccini - ha sottolineato l'esperto - Ad esempio, tutto questo discutere degli effetti collaterali dei vaccini anti-Covid non ha aiutato". "Basti pensare che nel passato le persone si sono fatte tanti vaccini ma nessuno si è mai sognato di metterne in discussione l'efficacia o di dire che avevano chissà quali conseguenze nocive", ha aggiunto l'infettivologo genovese.

Il tema è stato recentemente affrontato anche dalla professoressa Antonella Viola, immunologa dell'università di Padova, in un post su Facebook. "Molti dei sintomi lievi, come mal di testa, stanchezza, confusione, che sono stati associati alla vaccinazione" anti Covid, "sono in realtà frutto del condizionamento della nostra mente, perché si sono verificati anche in chi ha ricevuto soluzione fisiologica invece del vaccino", ha scritto.

"Negli studi sui farmaci, l'effetto placebo si riscontra nei soggetti che, invece di ricevere la medicina che dovrebbe combattere dolore, nausea o stanchezza, ricevono invece una pillola di zucchero o una iniezione di soluzione fisiologica e stanno comunque meglio di prima. L'idea di aver assunto un farmaco che funziona permette al nostro corpo di produrre neurotrasmettitori che ci fanno sentire bene. Cosa succede se invece io sto bene e mi aspetto che quella pillola o iniezione sia pericolosa? Esattamente il contrario dell'effetto placebo", appunto "l'effetto nocebo".

Le parole degli esperti sono arrivate dopo i dati diffusi negli Stati Uniti in relazione a 12 trial clinici sui vaccini covid. L''effetto nocebo' è stato responsabile del 76% delle comuni reazioni avverse segnalate dopo la prima dose e di quasi il 52% dopo la seconda dose. In pratica, 3 reazioni su 4 - dopo la prima dose - non sono state provocate dal vaccino. Il discorso in particolare vale per mal di testa e affaticamento, che i bugiardini dei vaccini inseriscono tra le reazioni avverse più comuni dopo un'iniezione.

"La maggior parte dei ricercatori sostiene che ai pazienti dovrebbe essere dette meno cose sugli effetti collaterali per ridurre l'ansia. Io penso che questo sia sbagliato. Bisogna seguire la via dell'onestà", ha detto il professor ed Kaptchuk, docente all'Harvard medical school e autore dello studio.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza