cerca CERCA
Domenica 13 Giugno 2021
Aggiornato: 00:27
Temi caldi

Vaccino Covid in Italia, Zingaretti: "Non è fine dell'incubo, ma nuova fase"

27 dicembre 2020 | 09.33
LETTURA: 1 minuti

alternate text
Fotogramma

Il vaccino anti Covid in Italia "apre una fase nuova ma non è la fine dell’incubo. E' l’inizio di una fase nuova". Così il governatore della Regione Lazio Nicola Zingaretti, allo Spallanzani per il 'Vaccine day'. Per Zingaretti, "ci vorranno alcuni mesi ed è importante continuare a combattere con comportamenti responsabili", però "oggi è una giornata di speranza, un giornata simbolica. Ma non dobbiamo abbassare la guardia, ci aspettano mesi di dura battaglia in una fase nuova". Secondo il governatore, il vaccine day "è un giro di boa dedicato a chi non ce l’ha fatta e a tutti gli operatori sanitari. Ma è ancora lunga, milioni di persone vanno vaccinate, bisogna dare il via a una campagna di massa".

"Ora - ha continuato - c’è il vaccino e dovrà essere distribuito a tutti in forma libera e gratuita, è un bene universale che dovrà essere garantito a tutti". "Si parte con 400mila-450mila dosi a settimana, poi le dosi aumenteranno" per arrivare "a maggio con l’inizio della campagna vaccinale con l’immunità di gregge", ha spiegato il governatore.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza