cerca CERCA
Martedì 26 Gennaio 2021
Aggiornato: 07:34

Vaccino Covid Oxford, "efficace al 90%, prime dosi entro l'anno"

23 novembre 2020 | 17.05
LETTURA: 2 minuti

alternate text
(Fotogramma)
Roma, 23 nov. (Adnkronos Salute)

"Il nostro vaccino è efficace al 90% con il regime di una dose e mezzo: l’obiettivo era quello di cercare la soluzione migliore in termini di efficacia e tollerabilità in particolare per gli anziani", i più duramente colpiti da Covid-19. Lo afferma all'Adnkronos Salute Piero Di Lorenzo, Ad e presidente dell'Irbm di Pomezia, che ha collaborato alla messa a punto insieme all'Università di Oxford del vaccino anti-Covid prodotto e commercializzato su vasta scala da AstraZeneca. "Avevo detto che entro novembre avremmo avuto i primi risultati della fase 3 e i dati sarebbero stati consegnati alle agenzie regolatorie. Ebbene, ora ci auguriamo che entro qualche settimana le agenzie potranno svolgere i dovuti controlli e quindi sia ragionevole pensare che, essendo la produzione 'a rischio' già iniziata da mesi, le prime dosi del vaccino in Italia potranno arrivare entro fine anno".

La notizia di un'efficacia media del 70% del vaccino Oxford-Irbm aveva aperto la mattinata: poi i dati completi hanno evidenziato che era soltanto una media tra le varie prove di sperimentazione ed il vaccino al dosaggio di una dose e mezzo arrivava al 90%. "Abbiamo testato una serie di dosaggi - spiega Di Lorenzo - proprio per individuare la soluzione che garantisse la migliore efficacia e tollerabilità. I dati diffusi oggi confermano la sicurezza del nostro candidato vaccino, e in questo momento - aggiunge - possiamo dire che la protezione dura per almeno 8 mesi: più si andrà avanti con gli studi e più questo dato potrà allungarsi. La sperimentazione continua, infatti, e si allarga anche all'Italia".

"Sono fiducioso che a questo punto l'Ema e la Fda potranno svolgere il loro compito in modo più veloce, avendo avuto aggiornamenti continui sul trial, ovviamente senza nulla togliere ai controlli necessari per la sicurezza. Anzi, non ho dubbi che le agenzie regolatorie saranno giustamente rigorosissime", afferma con forza Di Lorenzo, confermando al contempo le sue stime sui tempi d'arrivo del prodotto in Italia.

Ma come funziona il dosaggio 'promosso'? "Viene data una mezza dose rispetto allo standard e poi un richiamo di una dose dopo un mese". Uno dei vantaggi di questo vaccino è che è relativamente facile da distribuire in tutto il mondo, "e si conserva a temperature analoghe a quelle del frigo di casa. Non ha problemi di trasporto e stoccaggio, e poi - conclude - non c'è da dimenticare la questione dei costi". Il vaccino costerà infatti appena 2,80 euro a dose.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
L´ informazione continua con la newsletter

Vuoi restare informato? Iscriviti a e-news, la newsletter di Adnkronos inviata ogni giorno, dal lunedì al venerdì, con le più importanti notizie della giornata

Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza