cerca CERCA
Martedì 26 Gennaio 2021
Aggiornato: 06:01

Vaccino Covid, Ue autorizza contratto con Pfizer/BionTech

11 novembre 2020 | 12.56
LETTURA: 2 minuti

alternate text
(Fotogramma/Ipa)
Bruxelles, 11 nov. (AdnKronos)

Il collegio dei commissari europei "ha autorizzato un quarto contratto" di preacquisto, con "Pfizer e BionTech", dopo quelli già firmati con altre tre compagnie farmaceutiche, che consentirà di comprare "fino a 300 mln di dosi" del vaccino contro Covid-19, se sarà "efficace e sicuro". Ne dà notizia a Bruxelles il portavoce capo della Commissione Europea Eric Mamer.

Il contratto approvato oggi, che segue quelli già firmati con AstraZeneca, Sanofi-Gsk e Johnson & Johnson, prevede l'acquisto iniziale di 200 mln di dosi del vaccino da BionTech e Pfizer, più l'opzione di richiedere ulteriori 100 mln di dosi, che verranno fornite "una volta che il vaccino si sarà rivelato sicuro ed efficace" contro Covid-19, specifica la Commissione. Gli Stati membri "possono decidere di donare il vaccino a Paesi a medio o basso reddito o di ridirigerlo verso altri Paesi Ue".

In uno "scenario positivo", le prime dosi del vaccino sviluppato da Pfizer e Biontech potrebbero arrivare già verso "la fine del 2020 o all'inizio del 2021" è la previsione della commissaria europea alla Salute Stella Kyriakides che, in conferenza stampa a Bruxelles, ha invitato comunque a prendere le date con prudenza, perché prima che il vaccino arrivi ai cittadini occorrono una serie di passi ulteriori, inclusa "l'autorizzazione da parte dell'Ema".

Nel processo "non ci saranno ritardi" ma, ha sottolineato, il vaccino non sarà "la bacchetta magica" che farà sparire Covid-19 "dalla sera alla mattina. Dobbiamo dare i messaggi giusti: c'è speranza, ma dobbiamo assicurarci che si continuino ad applicare le misure preventive" contro i contagi, ha concluso.

Le dosi del vaccino anti-Covid sviluppato da Pfizer e BionTech per l'Europa saranno prodotte in Germania e Belgio. Lo fanno sapere in una nota congiunta le due aziende. "Le consegne dovrebbero iniziare entro la fine del 2020", in base al successo clinico della sperimentazione e all'autorizzazione normativa, fanno sapere le due aziende.

Le dosi per l'Europa saranno prodotte nei siti di produzione tedeschi di BionTech, così come in quelli belgi di Pfizer. "Dall'inizio della pandemia, la priorità di Pfizer è stata quella di sviluppare un vaccino sicuro ed efficace, e contemporaneamente di aumentare la nostra produzione per fornire le dosi prima della fine dell'anno. Questo è un obiettivo ambizioso ma fondamentale per fermare la pandemia globale", ha affermato Albert Bourla, presidente e Ceo di Pfizer.

"In quanto azienda fondata nel cuore dell'Europa, non vediamo l'ora di rifornire milioni di persone" con il nostro vaccino, una volta approvato, ha detto Ugur Sahin, Ceo e co-fondatore di BionTech. "Il nostro obiettivo è sviluppare un vaccino sicuro ed efficace per contribuire a porre fine a questa pandemia. Solo attraverso sforzi congiunti saremo in grado di farlo", ha concluso.

Pfizer e BionTech prevedono di produrre a livello globale fino a 50 milioni di dosi di vaccino nel 2020 e fino a 1,3 miliardi di dosi nel 2021. E la produzione è già iniziata.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
L´ informazione continua con la newsletter

Vuoi restare informato? Iscriviti a e-news, la newsletter di Adnkronos inviata ogni giorno, dal lunedì al venerdì, con le più importanti notizie della giornata

Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza