cerca CERCA
Giovedì 05 Agosto 2021
Aggiornato: 15:47
Temi caldi

Vaccino Sputnik, Zingaretti: "Non andiamo avanti da soli ma Ema corra"

29 marzo 2021 | 14.44
LETTURA: 2 minuti

"Rispetto alla valutazione, quale essa sia, dovrebbe avere tempi meno biblici"

alternate text
(Fotogramma)

De Luca e Musumeci accelerano sul vaccino russo Sputnik, "ma secondo me non c'è bisogno di andare avanti da soli, il governo ha detto che si aspetta l'autorizzazione dell'Ema, dunque dell'Aifa, per procedere con l'acquisto. Io però ribadisco che Ema dovrebbe correre su queste verifiche e autorizzazioni. Rispetto alla valutazione, quale essa sia, dovrebbe avere tempi meno biblici, anche in questo caso". Lo dice il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, ai microfoni di Rai Radio 1.

Sul pressing del centrodestra ma anche di alcune regioni sulle riaperture Zingaretti sottolinea che "l'unico modo per far ripartire l'economia è sconfiggere il virus, e per sconfiggere il virus bisogna contenere la curva dei contagi e correre con la campagna vaccinale. Purtroppo il resto sono scorciatoie che ci hanno visto, anche nei mesi scorsi, riaprire e purtroppo chiudere per l'allerta delle terapie intensive e i ricoveri ospedalieri".

"Noi stiamo puntando molto sui vaccini, abbiamo visto che vaccinando gli anziani soprattutto calano i decessi". Per Zingaretti, "non bisogna avere paura ma difendersi, stare attenti, reagire per riprendere a vivere. La paura paralizza, mentre abbiamo bisogno di azioni intelligenti tenendo alta l'attenzione". "La campagna vaccinale - aggiunge - ci sta indicando la fine di questo incubo, però l'ultimo miglio spesso è il più pericoloso", avverte.

"Noi - spiega ancora - siamo pronti con 1.500 farmacie per la somministrazione, attendiamo i vaccini. Noi abbiamo aperto anche il primo hub notturno, le farmacie sono pronte. Appena arriverà Johnson & Johnson, che è monodose, anche nei Comuni più piccoli del Lazio questa rete è pronta. Noi siamo pronti, ma quello che manca sono i vaccini".

Quanto al personale sanitario "io penso che debba essere tutto vaccinato. Queste figure devono salvare non diventare un rischio o peggio essere il vettore che produce il male. Bisognerebbe arrivare ad una legge in cui, soprattutto in una pandemia come questa, il personale sanitario sia vaccinato" dice Zingaretti.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza