cerca CERCA
Lunedì 17 Gennaio 2022
Aggiornato: 11:44
Temi caldi

Variante Lambda e vaccino, Usa: "Non è come Delta: ecco cosa sappiamo"

07 agosto 2021 | 22.22
LETTURA: 2 minuti

Individuati oltre 1000 casi, primi studi su contagiosità

alternate text

La variante Delta rimane la principale preoccupazione degli Usa, ma la variante Lambda comincia a farsi strada: sono stati individuati i primi 1.060 casi della 'nuova' variante del coronavirus negli Stati Uniti, come riferisce la Cnn sulla base dei dati condivisi dall'organismo indipendente Gisaid. Il numero è scarsamente rilevante al momento, soprattutto se si considera che l'83% dei casi nel paese dipendono dalla variante Delta.

I riflettori, però, cominciano ad accendersi anche sulla Lambda, identificata per la prima volta a dicembre 2020 in Perù e ora monitorata. L'Oms attribuisce alla variante Delta lo status di 'variante di preoccupazione'. Lambda è un gradino più giù e viene considerata 'variante di interesse'. "Quando una variante viene identificata e dimostra la capacità di diffondersi rapidamente in una popolazione, bisogna essere preoccupati", dice alla Cnn il professor Gregory Poland, direttore del gruppo di ricerca sul vaccino della Mayo Clinic di Rochester, in Minnesota. "Vengono fuori varianti ogni giorno, se con il termine variante si definiscono nuove mutazioni. La domanda è: queste mutazioni danno al virus una sorta di vantaggio e, di conseguenza, uno svantaggio all'uomo? La risposta per la Lambda è sì".

Al momento, la variante Lambda negli Usa non preoccupa quando la Delta. I primi studi, in ogni caso, evidenziano una trasmissibilità superiore rispetto alla versione 'base' del coronavirus. "La variante Lambda presenta mutazioni preoccupanti ma rimane abbastanza rara negli Usa, nonostante circoli da diversi mesi", dice il professor Preeti Malani, resposabile della divisione malattie infettive alla University of Michigan. "E' difficile sapere con certezza quanto sia trasmissibile la variante Lambda e quanto funzionino i vaccini. Al momento, sembra sia più trasmissibile del virus originale. Gli studi sembrano suggerire che i vaccini attuali garantiscano protezione. Abbiamo imparato che durante la pandemia le cose possono cambiare rapidamente: controllare la diffusione del covid-19 in generale aiuterà a gestire Lambda. Finché ci sarà circolazione incontrollata del virus, vedremo in futuro altre varianti. L'unica soluzione è una vaccinazione ampia per controllare la diffusione e evitare ulteriori mutazioni. E' una gara".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza