cerca CERCA
Giovedì 02 Dicembre 2021
Aggiornato: 11:33
Temi caldi

Vegas (Consob): ''Italia in fase di svolta. Ma è un equilibrio fragile''

05 maggio 2014 | 13.25
LETTURA: 2 minuti

alternate text

E' "un equilibrio fragile" quello dovuto, in Italia, alle "condizioni di maggiore distensione sui mercati finanziari" e ai "recenti rialzi delle quotazioni azionarie del nostro mercato". Lo sostiene Giuseppe Vegas, presidente della Consob , nel suo discorso per l'incontro annuale con il mercato.

I rialzi, in ogni caso, "riflettono una correzione rispetto a precedenti valutazioni troppo pessimistiche e disallineate rispetto ai fondamentali delle imprese". Secondo Vegas, tuttavia, l'Italia ha compiuto "rilevanti sforzi di risanamento dei conti pubblici, basati su rigorose politiche di riduzione della spesa corrente. Sta ora avviando le necessarie riforme strutturali, le sole - continua - in grado di incidere sull'efficienza e sulla competitività del nostro sistema produttivo. Ci troviamo - conclude - di fronte a una finestra di opportunità che va colta senza esitazioni".

NUOVE QUOTAZIONI - Vegas parla della "progressiva ripresa di nuove quotazioni" alla Borsa Italiana che "testimonia il rinnovato interesse degli imprenditori verso" Piazza Affari, con 16 nuovi sbarchi sul listino nel 2013, molti dei quali sull'Aim, cinque nuove quotazioni avvenute nel primo trimestre 2014 e almeno dieci nuove quotazioni previste per il 2014. "Si tratta - osserva - di dati incoraggianti, che inducono a ritenere che l'attuale congiuntura economica possa essere valutata come una fase di svolta".

PUNTARE SU BORSA - "Per ritornare a crescere è necessario promuovere lo sviluppo di canali di intermediazione finanziaria alternativi a quello bancario - osserva Vegas -. In particolare, è fondamentale puntare sullo sviluppo del mercato mobiliare".

MERCATI TROPPO FINANZIARIZZATI LONTANI DA ECONOMIA REALE - Allo stesso tempo, "l'eccessiva finanziarizzazione dell'economia rende i mercati distanti rispetto alla loro missione primaria di sostegno all'attività produttiva". Secondo il presidente Consob, "precondizione per tornare a crescere è l'efficienza e il buon funzionamento del sistema finanziario, che deve adempiere alla sua funzione propria: indirizzare il risparmio verso le attività produttive".

CREDITO A IMPRESE - Il credito delle banche italiane alle imprese, continua nella sua analisi Vegas, "continua a ridursi, anche se a ritmi più contenuti rispetto alla seconda metà dello scorso anno. Gli impieghi bancari verso le società non finanziarie diminuiscono a un tasso di circa il 3% su base annua".

PRIVATIZZAZIONI - Quanto alle privatizzazioni di imprese pubbliche, il presidente Consob osserva che non devono costituire "un mero strumento di copertura del fabbisogno finanziario", ma rappresentare "un volano per lo sviluppo e la competitività dei mercati".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza