cerca CERCA
Giovedì 24 Giugno 2021
Aggiornato: 19:23
Temi caldi

Accordo su Juncker presidente Ue, Renzi: "Letta? Mai fatto il suo nome per Consiglio"

27 giugno 2014 | 10.08
LETTURA: 3 minuti

Tweet di Van Rompuy: "Il lussemburghese sarà il nuovo presidente della Commissione". Hanno votato contro solo il premier britannico David Cameron e l'ungherese Viktor Orban. Bilaterale Merkel-Renzi. Bersani lancia Letta al posto di Van Rompuy.

alternate text

"Decisione presa". Con un tweet, il presidente del Consiglio europeo Herman Van Rompuy ha annunciato che i leader dei 28 "hanno proposto Jean-Claude Juncker come presidente della Commissione" europea, al posto del portoghese Jose Manuel Barroso. L'ex premier lussemburghese dovrà ora essere votato dal Parlamento europeo il prossimo 16 luglio.

Renzi - "Ho votato per Junker perché c'era un documento. Non l'avrei fatto in assenza di un documento e di un accordo politico tra le forze della coalizione". Lo ha detto Matteo Renzi a Bruxelles al termine del Consiglio europeo. Il premier italiano ha avuto un incontro bilaterale con la cancelliera tedesca Angela Merkel. I due si sono incontrati nelle stanze della delegazione tedesca all'interno della sede del Consiglio europeo. L'incontro, secondo quanto si apprende, è avvenuto in un clima molto positivo e sono stati discussi il documento programmatico del presidente del Consiglio Ue, Herman Van Rompuy, e le nomine ai vertici delle istituzioni europee. Al termine dell'incontro la Merkel ha detto alla stampa che Renzi è un premier "di grande successo".

Renzi, al termine del vertice Ue a Bruxelles, ha spiegato che ''con la cancelliera Merkel ci sono discussioni e confronti quotidiani''. E anche questa mattina ''abbiamo fatto insieme il punto della situazione'', dopo il lavoro notturno degli sherpa per limare il documento programmatico di Herman Van Rompuy. Nella politica italiana, ha scherzato Renzi, ''sono considerato un innovatore perchè non considero la Merkel responsabile di tutto''. Il rapporto fra il presidente del Consiglio e il cancelliere tedesco è ''molto buono e positivo. Lei ama l'Italia e noi vediamo la Germania come un paese partner e amico. Per certi versi è modello per noi, per altri un concorrente, un fornitore, un cliente''.

"Se ci sono tre presidenze" in Ue ovvero "il Consiglio, la Commissione e la Bce è difficile pensare che su 3 presidenze, 2 spettino all'Italia", ha poi aggiunto con i giornalisti Renzi, sull'ipotesi di Enrico Letta alla presidenza del Consiglio Ue, ricordando che l'Italia ha già Mario Draghi alla guida della Bce. Poi REnzi fa un bilancio e spiega: "Torniamo dall'Europa avendo vinto una battaglia di metodo e di sostanza, ma ora è il momento di fare le cose in Italia. Il messaggio agli italiani è che la battaglia da fare la stiamo facendo ma non finisce qui, ora bisogna correre e con determinazione".

Dissenso GB - Secondo quanto trapela contro la proposta di nominare Juncker hanno votato il premier britannico David Cameron e l'ungherese Viktor Orban. E' quanto rivelano fonti diplomatiche. "E' diventato più difficile" per la Gran Bretagna restare nell'Ue dopo l'indicazione di Jean-Claude Juncker alla presidenza della Commissione, ma "è ancora fattibile e sono impegnato a farlo", ha detto il premier britannico al termine del vertice Ue.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza